Richard Rogers porta la sua casa low cost alla Royal Academy | Architetto.info

Richard Rogers porta la sua casa low cost alla Royal Academy

wpid-18189_aa.jpg
image_pdf

Lo studio Rogers Stirk Harbour & Partners ha portato il suo pionieristico sistema costruttivo – sviluppato da Richard Rogers nel 2007 per la realizzazione di Oxley Woods, il complesso abitativo costruito in tre giorni a Milton Keynes -, nel cortile della Royal Academy of Arts di Londra.

Si tratta dell’installazione Homeshell, una casa a basso costo, flessibile, efficiente sia dal punto di vista energetico che costruttivo che, nelle intenzioni dello studio britannico, può aiutare a contribuire a risolvere la crisi immobiliare del Regno Unito. Basteranno 24 ore per realizzare l’edificio di tre piani e mezzo e, al suo interno, i visitatori potranno osservarne la costruzione in un video time lapse.

Il prototipo resterà nei cortili della Royal Academy fino all’8 settembre e fa parte di “Richard Rogers: Inside Out, la retrospettiva dedicata ai cinquant’anni di carriera del grande architetto che si chiuderà il prossimo 13 ottobre.

“Homeshell offre uno spazio generoso – ha detto Ivan Harbour, senior partner dello studio -, un isolamento eccezionale, sia termico che acustico, e crediamo che detenga molte risposte per il vivere urbano, ben progettato e sostenibile. La sua installazione alla Royal Academy stimolerà il dibattito su come l’innovazione architettonica possa aiutarci a soddisfare le esigenze abitative del Regno Unito, per tutti”.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Richard Rogers porta la sua casa low cost alla Royal Academy Architetto.info