Rinnovamenti edilizi: l'Affori Centre di Goring & Straja a Milano | Architetto.info

Rinnovamenti edilizi: l’Affori Centre di Goring & Straja a Milano

L'Affori Centre e' un nuovo centro direzionale, costruito da Goring & Straja a partire da un vecchio fabbricato degli anni sessanta

wpid-26977_soloprincipale.jpg
image_pdf

Il complesso per uffici Affori Centre, situato in un’area di espansione del business district milanese a nord del centro città, è il risultato della ristrutturazione e modernizzazione di un edificio esistente costruito negli anni sessanta. GaS Studio (Goring & Straja) si è occupato del progetto di recupero per il gruppo CBRE Investors e ha trasformato l’immagine del vecchio fabbricato in un nuovo centro direzionale compatto, flessibile, attento al valore commerciale dell’immobile e sensibile alle tematiche di risparmio energetico a tal punto che l’edificio si è guadagnato la classe energetica B e il livello di certificazione LEED Gold.

L’Affori Centre © Stefano Gusmeroli
L’Affori Centre appartiene alla rassegna di progetti dello studio milanese GaS e si affianca alle riqualificazioni edilizie per uffici realizzate da Goring e Straja (Andrè Straja, Giacomo Sicuro e Lenka Lodo). Lo studio GaS è infatti particolarmente qualificato nella progettazione di edifici per uffici, centri direzionali, terziari, business e retail commissionati da grandi investitori e brand internazionali, come il Perseo Expo District a Milano Pero (Galotti spa), il Green Place a Milano Certosa (Stam Europe) e il PalAxa a Milano Porta Nuova (General Properties).
Veduta notturna del centro direzionale Affori © Beppe Raso
Tre edifici sono riuniti in un unico complesso di 12.000 mq grazie al corpo centrale, un hub vetrato a tutta altezza che funge da hall d’accesso e di distribuzione. In origine i tre blocchi di forma regolare che compongono il Centro Affori erano separati e collegati solo al piano interrato, contavano cinque piani (con pilotis al piano terra) e presentavano prospetti anonimi con finestre a nastro e pannelli di tamponamento.
L’Affori Centre prima e dopo la ristrutturazione © Stefano Gusmeroli
La trasformazione radicale, operata dagli architetti milanesi, ha cambiato completamente il volto dell’edificio (i lavori sono iniziati nel 2008 e si sono conclusi nel 2010-2011). L’unione vincente dei fabbricati ha portato alla progettazione di un atrio funzionale, il piano pilotis è stato risolto con alcune colline verdi in cui si innestano i tunnel di accesso all’edificio e al parcheggio interrato (sviluppato su due pani), i prospetti sono rinnovati attraverso facciate continue vetrate schermate da un traliccio di brise soleil, infine è stato aggiunto in ogni stabile un piano supplementare con un aumento di 1.800 mq totali.
Pianta del piano terra © GaS Studio
Pianta del piano tipo © GaS Studio
Sezione © GaS Studio
Il grande atrio è concepito come uno spazio chiuso ma interamente trasparente, funge da piazza comune e nasce come elemento di collegamento verticale e orizzontale dell’intero sistema. Racchiude infatti gli impianti di risalita che gestiscono la distribuzione ai cinque piani di uffici attraverso ballatoi di smistamento che si affacciano verso la hall a tutta altezza. L’accesso al cuore dell’edificio avviene percorrendo un tunnel che penetra la facciata e conduce direttamente alla hall. I colori sono forti e contraddistinguono le aree, il bianco caratterizza il solido dell’ingresso, il rosso colora le pareti che si affacciano sui ballatoi interni e un elegante pavimento in travertino riveste l’atrio.
L’atrio a tutta altezza accoglie il sistema distributivo © Stefano Gusmeroli
L’hub vetrato ospita la hall © Beppe Raso
Pareti rosse colorano i ballatoi della hall © Beppe Raso
Il tunnel d’ingresso all’edificio © Beppe Raso
Le elevate prestazioni in termini di sostenibilità ambientale hanno valorizzato il controllo solare, la coibentazione, l’efficienza dei sistemi meccanici e i pannelli solari. L’atrio ad esempio non è stato condizionato poiché usufruisce di ventilazione naturale in estate e di calore espulso in inverno. Le facciate vetrate orientate a sud-ovest presentano vetri ad alte prestazioni e sono protette dall’irraggiamento solare grazie a brise soleil in policarbonato, composti da una griglia regolare montata su una struttura d’acciaio ancorata al prospetto e distanziata quanto basta per permettere la manutenzione. Questo sistema assicura un controllo ottimale della luce e buon ombreggiamento (producendo un risparmio energetico tra il 15% e il 25%) e regala all’edificio un elemento riconoscibile come un pattern.
Dettaglio del brise soleil in policarbonato © Beppe Raso
Una terrazza schermata dal brise soleil © Stefano Gusmeroli
Scheda del progetto 
Progettisti: GaS Studio (Goring & Straja Architects) http://www.gasworkstudio.com/
Indirizzo: via Cialdini 16, Milano
Dimensioni: 12.000 mq
Stato: completato nel 2010/2011
Tipologia: edificio per uffici
Committente: CBRE Investors
Progettazione strutturale: studio tecnico PLG
Progettazione impiantistica: BRE Engineering
Impresa di costruzione: Constructors
Realizzazione della facciata continua: Zambonini
Certificazione energetica: LEED Gold

 

 

 

 

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Rinnovamenti edilizi: l’Affori Centre di Goring & Straja a Milano Architetto.info