Tampa, Florida, un museo senza tempo | Architetto.info

Tampa, Florida, un museo senza tempo

wpid-4357_home.jpg
image_pdf

L’architetto di San Francisco Stanley Saitowitz ha completato un museo in Florida, Stati Uniti, che è avvolto da una pelle metallica perforata e sporge a sbalzo fuori dalla sua base di vetro.

Chiamato Tampa Museum of Art, l’edificio è diviso in due volumi, ciascuno organizzato intorno ad un cortile. Il primo contiene le aree pubbliche del museo e l’altro è per gli uffici e le strutture curatoriali. Un caffè e una libreria si trovano al piano terra affacciato sul mare.

L’edificio è una struttura neutra per l’esposizione d’arte, una tela vuota da riempire con i dipinti. Si tratta di un contenitore che sarà completato dal suo contenuto. Un piedistallo di vetro sostiene l’edificio in sè che galleggia nel parco, che abbraccia con il suo rifugio a strapiombo e pareti riflettenti. Si tratta di una astrazione. L’edificio non è solo nel paesaggio, ma si confonde e unifica con esso, ne riflette il verde, scintilla come l’acqua, tremola come le nuvole.

Ciascuna delle due sezioni è organizzata attorno a una corte, uno nella lobby, l’altro un cortile circondato da uffici e aree curatoriali.

Lo sbalzo fornisce una enorme veranda pubblica per la città, anticipata dalla passeggiata lungo il portico, fiancheggiata dal parco ma incentrata sul fiume. La processione attraverso questo spazio tranquillo e levitazione è la preparazione per la visualizzazione art.

La lobby d’ingresso è il primo momento orizzontali, con pareti interamente di vetro. Le pareti chiare consentono al progetto di collegarsi alla Performing Art Building a nord, e con le torri e cupole della University of Tampa, a sud.

Sopra il vetro, il soffitto perforato permette la visione al piano superiore che, ancora una volta perforato da una serie di lucernari, fa entrare anche da sopra la natura.

Le gallerie sono vuote; pareti, pavimento e soffitto nelle sfumature del bianco, nel silenzio, come la presenza unificante della neve. I pavimenti sono in cemento bianco, il soffitto un grigliato illuminato da un tessuto bianco soprastante, che nascondere la distribuzione dell’aria e illuminazione.

Di giorno, la luce si riflette sulle superfici del museo; mentre di notte, la luce emana dalle stesse superfici. Allo stesso modo l’esterno di notte diventa una tela per uno spettacolo di luce. Come a rappresentare l’arte al suo interno che dirompente esce da quelle pareti e fugge nel buio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Tampa, Florida, un museo senza tempo Architetto.info