Thomas Heatherwick svela la nuova galleria d'arte del V&A Waterfront Museum | Architetto.info

Thomas Heatherwick svela la nuova galleria d’arte del V&A Waterfront Museum

wpid-21975_VAheatherwick.jpg
image_pdf

L’architetto britannico Thomas Heatherwick ha svelato il suo progetto per la nuova galleria d’arte che integrerà il V&A Waterfront Musuem di Cape Town. Dove ora sorge il Grain Silo Complex, una storica struttura industriale della città, Heatherwick ha ripensato i 42 tubi di cemento armato alti ciascuno 33 metri e con un diametro di 5,5 metri. Non c’è alcun open space nel volume interno, ma l’area è stata ridisegnata in modo funzionale, per offrire un tributo al suo originario design industriale e divenire un’istituzione culturale no profit che ospita la più significativa collezione di arte contemporanea proveniente dall’Africa e dalla sua Diaspora.

Presentata a una conferenza durante Design Indaba 2014 nei giorni scorsi, la proposta dello studio Heatherwick rappresenta una soluzione ancora inedita per una città africana, con un intervento architettonico ispirato al carattere storico-industriale della struttura preesistente. Rielaborare il V&A Waterfront, che una volta era l’edificio più alto dello skyline di Cape Town, ha rappresentato una sfida per il designer di fama internazionale Heatnerwick, il quale ha pensato a un nuovo tipo di museo da collocare nel contesto africano.

Il progetto di riqualificazione sarà realizzato da una partnership fra il V&A Waterfront e Jochen Zeitz, ex Ceo e presidente della Puma, il quale ha donato all’istituzione no profit la sua estesa collezione d’arte africana, fra le più rappresentative esistenti al mondo. Da questa collaborazione nascerà lo Zeitz Museum of contemporary art Africa, Zietz Mocaa. La collezione sarà esposta in 6.000 dei 9,500 metri quadrati, distribuiti in nove piani.


Copyright © - Riproduzione riservata
Thomas Heatherwick svela la nuova galleria d’arte del V&A Waterfront Museum Architetto.info