Tour Triangle: il grattacielo piramide di Herzog & de Meuron si farà | Architetto.info

Tour Triangle: il grattacielo piramide di Herzog & de Meuron si farà

Dopo anni di progressi e passi indietro, nelle scorse settimane è sbloccato il grattacielo trasparente firmato Herzog & de Meuron a Parigi. Sarà il primo dopo più di 40 anni

tour triangle
image_pdf

La Tour Triangle degli architetti svizzeri Herzog & de Meuron si farà (o almeno sembra). Il difficile iter di approvazione della torre trasparente piramidale alta 180 m e 42 piani prevista in costruzione a Parigi nell’ambito della ristrutturazione del parco delle Esposizioni, tra la circonvallazione del Boulevard Périphérique e il Boulevard des Maréchaux, si è infatti arricchito di un nuovo capitolo dopo sette anni di progressi e passi indietro.

La tormentata vicenda riflette il rapporto complicato tra la capitale francese e gli edifici alti che sta caratterizzato i dibattiti transalpini da più di 40 anni. Era infatti l’inizio degli anni settanta quando all’interno della città venne costruito l’ultimo grattacielo, la Tour Montparnasse realizzata nel 1972 al posto della vecchia omonima stazione, le cui vicende (e polemiche) avevano fatto per lungo tempo propendere per le nuove costruzioni intra muros per il rispetto delle altezze post-haussmanniane (circa 40 m) e la possibilità di realizzare edifici alti solo all’interno del quartiere della Défense, area al di fuori dei confini amministrativi della città. E in questo senso erano stati modificati i regolamenti e i piani della capitale.

La questione edifici alti è stata ripresa in mano all’esordio della crisi, nel 2008, quando l’allora sindaco Bertrand Delanoë aveva manifestato la volontà di autorizzare l’edificazione di torri alle porte di Parigi per contrastare la perdita di popolazione e dare un incentivo all’economia. È in questo periodo che era stata elaborata e presentata da parte degli investitori Unibail Rodamco (gruppo immobiliare gestore del Palazzo delle Esposizioni) e Camera di commercio di Parigi la prima versione, poi bloccata, della Tour Triangle (211 m di altezza per una profondità di 13 m da destinare a spazi misti che avrebbero dovuto comprendere anche un albergo).

Rielaborato in dimensioni ridotte e con modifiche funzionali e formali, il progetto era stato riproposto all’inizio del 2011 con una consegna prevista nel 2017, nonostante i dubbi sull’ombra proiettata dall’edificio sull’intorno e sulla scelta della sagoma. La nuova torre avrebbe dovuto superare un iter di modifica del Plan local d’urbanisme che si è rivelato più lungo e complesso del previsto. A fine 2014 il progetto, nonostante un processo di approvazione e modifica dei regolamenti in stato avanzato, viene nuovamente bocciato. Questo rigetto, le cui cause sono di prevalente natura politica, porta alla mobilitazione del mondo dell’architettura transalpino, principalmente interessato per le possibilità di natura economica (sostegno a un settore delle costruzioni in crisi) e in parte mosso da motivazioni filosofiche (un paventato rischio “musealizzazione” di Parigi): sulle principali riviste di settore francesi viene infatti presentata una petizione a favore della torre firmata, insieme a esponenti del mondo delle costruzioni, da architetti come Jean Nouvel, Marc Mimram, Christian de Portzamparc e Jean-Michel Wilmotte.

E con questo arriviamo a giorni nostri. E precisamente al 30 giugno, giorno del completamento dell’iter interrotto a fine 2014 in seguito al ricorso, vinto, presentato dal sindaco di Parigi Anne Hidalgo al tribunale amministrativo per le irregolarità in cui è avvenuta la votazione che aveva portato alla bocciatura del progetto.
All’oggi quindi sembra che, finalmente, tutto sia a posto per la costruzione della torre di vetro da 70.000 mq di superficie che conterrà un albergo a quattro stelle di 120 stanze (presente nella prima versione della proposta e poi abbandonato), uffici, un asilo, un centro conferenze e spazi per eventi culturali, un bar panoramico e un ristorante. E che sarà il primo grattacielo costruito nella capitale francese dopo 40 anni.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Tour Triangle: il grattacielo piramide di Herzog & de Meuron si farà Architetto.info