Un asilo "cellulare" | Architetto.info

Un asilo “cellulare”

wpid-9985_nuovavarchome.jpg
image_pdf

Una struttura di 1350 m2 nel nord-est della Francia. Organica nella forma, un progetto che imita la struttura di una cellula del corpo, inserendo l’asilo al centro del layout al pari del nucleo della cellula, e tutt’attorno i giardini, come il citoplasma, e un recinto murario che li circoscrive come una membrana.

Situato su un ampio sito ma fiancheggiato dalle strade, il progetto vuole generare una situazione ideale per la collocazione di un asilo, primo fra tutti, un abbondante prato erboso che lo circondi. Un grande spazio per il gioco all’aperto viene infatti generato attraverso un muro continuo e curvilineo che modella i confini dello stabile. L’edificio si apre nel cortile tramite una serie di aperture rettangolari, integrando direttamente l’esterno con le azioni e l’atmosfera delle aule interne.

Ponendo attenzione non solo ai bambini ma anche ai loro genitori, il progetto mira anche a fornire sicurezza e comfort all’interno dell’edificio. L’asilo è posizionato al centro della struttura, e serve come punto di partenza centrale per il resto del progetto. Irraggiandosi verso l’esterno, gli ambienti chiusi dispongono di pareti divisorie e di pareti curve che continuano il precorso organico della forma esteriore.

Il soffitto è letto come una superficie ondulata che si innalza e si abbassa organicamente dentro e fuori e si apre lucernari di diverse dimensioni. Allo stesso tempo drammatico e giocoso, il risultato è un interno naturalmente illuminato che viene percepito in modo costantemente diverso da ogni punto di vista. 

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un asilo “cellulare” Architetto.info