Un sistema frangisole per regolare l'accumulo termico | Architetto.info

Un sistema frangisole per regolare l’accumulo termico

wpid-19064_dupont.jpg
image_pdf

Un sistema frangisole che regola l’accumulo termico di una facciata di vetro esposta a sud: è il progetto realizzato dall’architetto Gilles Bouchez per l’ampliamento dell’edificio municipale della comunità di Lacq in Francia.

 

Come spiega l’architetto Gilles Bouchez, i pannelli traforati usati costituiscono un’alternativa estetica e contemporanea ai frangisole in legno o tela, che permette alla luce di filtrare, senza una struttura invasiva e visibile.

 

La scelta è caduta sulla tecno-superficie DuPont™ Corian®, che ha permesso di coprire una facciata di 251 metri quadri, con due diverse altezze di pannelli lavorate e di cui è stata testata la resistenza ai raggi UV.

Per essere in linea con la facciata di vetro montata senza struttura apparente, e consentire agli occupanti degli uffici di beneficiare di questi frangisole senza vedere la struttura di sostegno, è stato sviluppato un sistema di aggancio simile a quello utilizzato per il vetro: un insieme di cavi verticali in acciaio inox, distanziati ogni 65 cm, su cui sono stati “agganciati” i pannelli.

 

L’illuminazione dei pannelli è stata progettata grazie a file di LED posizionate sul suolo e a mezza altezza, tra i pannelli e la facciata in vetro, orientate verso l’alto al fine di restituire al meglio l’effetto del rilievo, giocando al contempo sulla varietà di colori offerti dal LED, e cangianti a seconda del tempo e degli eventi. Si diffonde una luce dorata quando il tasso idrometrico è elevato o a Natale, per esempio. L’architetto ha anche pensato che al calar del sole, nel momento in cui gli occupanti degli uffici utilizzano la luce artificiale, quest’ultima potesse venir riflessa sui pannelli, incidendo positivamente sul calo del consumo energetico.

 

La comunità dei comuni di Lacq (CCL) è un ente pubblico di cooperazione intercomunale (EPCI), ampliato il 1 gennaio 2011, attraverso la fusione delle comunità dei comuni di Arthez de Bèarn, Lacq, Lagor e Mone. La comunità comprende 47 comuni rurali e industriali, raggruppando 35 400 abitanti e si estende su una superficie di 534,2 kilometri quadrati.

 

Fin dalla sua fondazione nel 1974, la CCL agisce per la diversificazione economica della zona industriale. Favorisce la creazione di nuove imprese e l’espansione delle imprese già esistenti. Oltre alla costruzione di un ambiente favorevole alla creazione di posti di lavoro, la comunità opera anche attraverso l’acquisizione di terreni, lo sviluppo e la commercializzazione di aree di attività, e il finanziamento di infrastrutture.

 

Come ha spiegato il Vice-presidente della CCL, nonché responsabile del progetto di ampliamento, Dominique Bernard, la soluzione adottata ha entusiasmato per la capacità di rispondere perfettamente alle esigenze, apportando la funzionalità del frangisole insieme a un’estetica originale e innovativa.

Copyright © - Riproduzione riservata
Un sistema frangisole per regolare l’accumulo termico Architetto.info