Una nuova Dacca per l'India | Architetto.info

Una nuova Dacca per l’India

wpid-9819_home.jpg
image_pdf

Il rinomato studio internazionale Moshe Safdie Architects ha completato il “Khalsa Heritage Center” che si trova in Anandpur Sahib, Punjab, India.

Apertura ufficiale non ancora avventura, e prevista per il prossimo autunno, mostriamo qui le sue prime immagini. Il nuovo complesso museale è dedicato al popolo Sikh, in occasione della commemorazione dei 500 anni della sua storia e del 300° anniversario della Khalsa, le sacre scritture scritte dal guru Gobind Singh.

La struttura si affaccia sulla vicina città, e sorge su un sito di 75 acri, diviso però da un burrone e interconnesso mediante un ponte pedonale. La superficie totale dell’intervento è di 25.000 metri quadrati per un costo complessivo di 21 milioni di dollari. La metà occidentale contiene la piazza d’ingresso, un auditorium, una biblioteca e spazi espositivi polifunzionali. Nella metà orientale del sito invece ospita le gallerie d’arte con le esposizioni permanenti, strutturate all’interno di una serie di cinque grandi “forme” dal tetto concavo che in un qualche modo richiamano se non si configurano come veri e propri segnali di preavvisano dei drammatici picchi delle vicine cime dell’Himalaya.

Ciascuna galleria rappresenta una delle cinque virtù simboliche della fede Sikh. Le arcate e le colonne realizzate in cemento gettato in opera supportano i fronti esterni in pietra Gwalior locale color sabbia. La copertura è in acciaio inox e acquisisce le caratteristiche delle mutevoli condizioni atmosferiche, mentre l’acqua è riciclata attraverso un apposito sistema per il mantenimento dei giardini interni al complesso.

Quale miglior luogo, del resto, per intervenire con un progetto di tale monumentalità e fermezza, che senz’altro ha portato il progettista, Safdie, a ricondursi ai grandi progetti di Dacca di Louis Kahn nella vicina regione indiana. Il simbolismo e la riflessione sono elementi fondamentali nel progetto, che trovano un felice referente e un dialogo sicuro con la committenza – un popolo quello dei Sikh – dalla grande interiorità.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Una nuova Dacca per l’India Architetto.info