Una spa per Kranjska Gora | Architetto.info

Una spa per Kranjska Gora

wpid-10008_home.jpg
image_pdf

Kranjska Gora è una rinomata località sciistica nel contesto della Slovenia e dell’Europa. Si trova su una pianura vicino alla sorgente del fiume Sava Dolinka ed è circondata, in particolare a sud, da un paesaggio montano pittoresco.

La città dispone di molti alloggi per i turisti, ma manca di attività indoor che non dipendano dalle condizioni meteorologiche. Un centro benessere costituisce un elemento turistico per integrare le attrattive di base dell’alta stagione, ovvero lo sci in inverno e l’alpinismo in estate. Infatti, in primavera e in autunno le terme possono divenire una delle principali attrattive, estendendo la stagione turistica a tutto l’anno. Come dimostrato da varie altre località turistiche delle Alpi, questa è una ricetta collaudata e addirittura essenziale se Kranjska Gora vuole trasformarsi da centro sportivo invernale a città turistica contemporanea con visitatori in tutte le stagioni.

La posizione del nuovo centro termale si trova nel centro di Kranjska Gora, sul sito di una stazione ferroviaria in disuso. Lo studio che si è occupato del progetto è Enota, uno studio di architettura sloveno. L’edificio si trova vicino alla sala comunale e alla scuola elementare, che sono a loro volta circondati da edifici residenziali di minor volume. Grazie al suo particolare e vasto programma, la costruzione del centro benessere richiama i volumi degli edifici pubblici più grandi.

Il suo aspetto presenta caratteristiche costruttive locali, mantenendo quindi l’aspetto uniforme della città. A causa di un uso coerente di elementi costruttivi tipici regionali, la cittadina di Kranjska Gora mostra una sorprendente unità di stile nonostante la sua notevole espansione negli ultimi anni.

Le due caratteristiche chiave che definiscono la regione sono il tetto alpino a capanna con una ripida pendenza e il volume semplice e allungato dell’edificio. La copertura, grazie alla sua superficie predominante, è in effetti solo la facciata del nuovo edificio termale. Gli elementi del tetto in legno che coprono la facciata verticale in vetro fondono l’edificio con l’ambiente circostante e allo stesso tempo direzionano il punto di vista interno verso i pittoreschi dintorni.

Il programma necessario per il funzionamento efficiente del centro termale è molto esteso per la scala dei dintorni. Di conseguenza, circa la metà delle superfici dell’edificio, che conta in totale 12.200 metri quadri, devono essere posizionate sotto il livello del suolo. Al fine di avere un’illuminazione naturale per gli spazi del programma funzionale, sono state pensate incisioni nel terreno, che al tempo stesso permettono alla barriera di sicurezza intorno alla piscina esterna di essere notevolmente inferiore e di non ostruire la visibilità dei passanti. Due ulteriori incisioni nel terreno ampliano i punti di accesso per i pedoni e per le automobili.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Una spa per Kranjska Gora Architetto.info