Via ai premi 2014 dell'architettura italiana | Architetto.info

Via ai premi 2014 dell’architettura italiana

wpid-23955_piuarch.jpg
image_pdf

Valorizzare la cultura del progetto nella sua più elevata dimensione civile e professionale promuovendo gli architetti e gli studi che, anche nell’attuale difficile situazione economica, svolgono in modo esemplare, dal punto di vista tecnico ma anche etico, la professione, rispondendo, così, ai bisogni delle comunità. Questi gli obiettivi dei tre premi “Architetto Italiano 2014”, “Giovane talento dell’architettura italiana 2014” e “Premio Raffaele Sirica 2014 – Start up giovani professionisti”, banditi dal Cnappc, Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori in occasione della seconda edizione della “Festa dell’Architetto” che si è svolta quest’anno a Lampedusa.

I riconoscimenti sono promossi di concerto con il Maxxi, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, con la rete degli Ordini provinciali degli Architetti, in partnership con L’Architetto, il Sole 24Ore/Edilizia e Territorio, Domus e con il supporto operativo di Europaconcorsi. Il Premio Architetto Italiano 2014 selezionerà una serie di professionisti e di opere di elevata qualità e che abbiano il fine di salvaguardare e di valorizzare la cultura, il territorio italiano e l’innovazione architettonica. Con il premio dedicato al Giovane talento dell’architettura 2014, invece, il Cnappc intende promuovere l’eccellenza dei giovani progettisti under 40, in Italia e all’estero, che si siano distinti per la promozione e la diffusione della cultura architettonica.

Infine, il Premio Sirica 2014 – Start up giovani professionisti vuole essere un trampolino di lancio per gli architetti under 30 la cui attività si sia caratterizzata per l’originalità e per l’attenzione all’innovazione, mettendo al centro il progetto di architettura. La giuria dei tre premi, presieduta dall’architetto Mario Cucinella, è composta da Fabrizio Barozzi, vincitore Premio Giovane talento dell’architettura italiana 2013, Nicola Di Battista, direttore Domus, Francesco Fresa – Piuarch, vincitore Premio Architetto Italiano 2013, Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Luciana Ravanel di AntePrima Consultants e da un rappresentante della conferenza degli Ordini degli Architetti.

Le candidature e autocandidature potranno essere presentate fino al 30 settembre 2014 e i vincitori saranno premiati nel corso di una cerimonia che si terrà presso il Maxxi di Roma nel mese di dicembre. Tutte le informazioni e modalità per la partecipazione sono esposte sul sito del Consiglio nazionale degli architetti e su quello dedicato alla Festa dell’architetto.

Copyright © - Riproduzione riservata
Via ai premi 2014 dell’architettura italiana Architetto.info