Biennale 2018: Mario Cucinella curatore del padiglione italiano 'ArcipelagoItalia' | Architetto.info

Biennale 2018: Mario Cucinella curatore del padiglione italiano ‘ArcipelagoItalia’

Il progetto #ArcipelagoItalia presentato da Mario Cucinella Architects è stato scelto tra i dieci invitati per la curatela del Padiglione italiano alla Biennale 2018

(FOTO: FB Mario Cucinella)
(FOTO: FB Mario Cucinella)
image_pdf

IL Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha annunciato che sarà l’architetto Mario Cucinella il curatore del Padiglione Italia alla 16. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia del 2018 con il progetto #arcipelagoitalia.

Il nome di Cucinella è stato scelto al termine della procedura di selezione alla quale sono stati invitati a partecipare dieci nomi rappresentativi del panorama nazionale. Il progetto è stato scelto dal Ministro nell’ambito della terna proposta dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanea e Periferie Urbane.

Tra le dieci proposte presentate, giudicate dal ministro “tutte molto attente alle più avanzate ricerche e sperimentazioni applicate legate ai temi dello spazio pubblico”, il progetto di Mario Cucinella è stato ritenuto “ambizioso e innovativo”, “un’occasione per l’avanzamento della ricerca applicata, parte fondante dell’architettura, per la trasformazione dei territori italiani a partire da una visione chiara e consapevole del futuro”.

“Il progetto – sottolinea inoltre Franceschini – ha poi il merito di tenere accesi i riflettori della comunità internazionale sui luoghi dell’Italia centrale colpiti dal sisma e sulla sfida della ricostruzione nonché della valorozzazione dell’intero Appennino”.

La nomina di Mario Cucinella fa seguito a quella, avvenuta a gennaio 2017, di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, fondatrici dello studio Grafton Architects e autrici della nuova Bocconi a Milano, come curatrici dell’intera Biennale di Architettura del prossimo anno (leggi di più qui).

Su Facebook Cucinella ha dichiarato: “Grazie al ministro Dario Franceschini e a tutto il team a partire da Mario Abis, Antonella Agnoli, Aldo Bonomi, Maurizio Carta, Marco William Fagioli, Manuel Orazi, Fabio Renzi, PPAN , Luca De Biase #arcipelagoitalia sarà un racconto sull’architettura italiana a partire dalle comunità e dalle aree interne.”

Su Mario Cucinella, leggi anche la nostra intervista di Fabrizio Aimar:

Mario Cucinella e la sostenibilità: troppa teoria, servono dati concreti

 

Biografia di Mario Cucinella.

Nato in Italia nel 1960, si laurea a Genova con Giancarlo De Carlo nel 1986. Dal 1987 al 1992 lavora nello studio di Renzo Piano a Genova e a Parigi, come responsabile di progetto. Fonda Mario Cucinella Architects (MCA) a Parigi nel 1992 e Bologna nel 1999. Dal 1998 al 2006 è professore a contratto del Laboratorio di Tecnologia dell’Architettura della Facoltà di Architettura di Ferrara e dal 2004 è Honorary Professor presso la Università di Nottingham, in Inghilterra. Nel 2013 è Guest Professor in Emergency Technologies presso la Technische Universitat di Monaco di Baviera e nel 2014 è Professore a Contratto presso la Facoltà di Architettura Federico II di Napoli. Tiene regolarmente conferenze in Italia e all’estero. E’ attualmente Direttore del comitato scientifico di PLEA (Passive Low Energy Architecture). Nel 2017 l’American Institute of Architects (AIA) gli conferisce il prestigioso Honorary Fellowship Award. Nel 2016 il Royal Institute of British Architects (RIBA) gli conferisce la nomina di International Fellowship 2016 . Nel 2014 ha collaborato, in qualità di tutor, con Renzo Piano al progetto G124 per il recupero delle periferie in Italia. Nel 2012, fonda Building Green Futures, un’organizzazione no-profit il cui obiettivo è quello di fondere cultura ambientale e tecnologia per ricreare un’architettura che garantisca dignità, qualità e performance nel rispetto dell’ambiente. Progetto simbolo di BGF è la Kuwait School, a Gaza, sviluppata in partnership con UNRWA (l’agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso ai rifugiati e profughi palestinesi e del Medio Oriente). Nel 2015 costituisce a Bologna S.O.S. – School of Sustainability, una scuola volta alla formazione di nuove figure professionali nel campo della sostenibilità. Nel 2015 fonda insieme a Viviamolaq LAP, il Laboratorio di Architettura Partecipata che ha come scopo la creazione di un nuovo modello di ricostruzione di edilizia scolastica. Mario Cucinella è particolarmente interessato ai temi legati alla progettazione ambientale e alla sostenibilità in architettura. Si dedica alla ricerca e allo sviluppo di prodotti di design industriale. Tra le sue realizzazioni più significative: il Sino Italian Ecological Building (SIEEB) a Pechino, la nuova sede del Comune di Bologna, il Centre for Sustainable Energy Technologies (CSET) di Ningbo (CINA), la sede della società 3M a Milano, il progetto per l’Agenzia regionale per l’Ambiente (ARPA) a Ferrara; il Nido d’infanzia di Guastalla (provincia di Reggio Emilia) e il Polo Universitario ad Aosta, l’edificio One Airport Square ad Accra, capitale del Ghana, la nuova sede delle Poste e Telecomunicazioni ARPT di Algeri, il Centro Universitario Ospedaliero sempre ad Algeri; a Milano, il Polo Chirurgico per l’Ospedale San Raffaele, la nuova Torre UnipoSai nel quartiere Porta Nuova a Milano. Tra i premi ricevuti: nel 2015, il Premo “Sterminata Bellezza” per il progetto Nido d’Infanzia Guastalla e il Premio Etico Grandesign per il progetto della biblioteca Kwame Nkrumah in Ghana, il Primo Premio WT Smart Cities Award nel 2014 per il progetto della nuova Sede delle Poste e Telecomunicazioni ARPT di Algeri. Il Premio in Architettura ANCE CATANIA 2012; il MIPIM Award for Green Building nel 2011 per il progetto CSET e nel 2009 per la sede 3M Italia, l’Energy Performance+Architecture Award (Parigi, 2005); l’Outstanding Architect 2004 dal World Renewable Energy Congress (Denver); il Forderüngs Prize per l’architettura dalla Akademie der Künste (Berlino, 1999).

Leggi anche: Asilo nido di Mario Cucinella a Guastalla: le strutture

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Biennale 2018: Mario Cucinella curatore del padiglione italiano ‘ArcipelagoItalia’ Architetto.info