Klaus Theo Brenner, lectio magistrali e mostra a Padova | Architetto.info

Klaus Theo Brenner, lectio magistrali e mostra a Padova

L'architetto tedesco Klaus Theo Brenner, tra i protagonisti dell'edilizia a Berlino a cavallo della caduta del muro, è protagonista di una mostra monografica a Padova, aperta da una lectio magistralis

Klaus Theo Brenner
Klaus Theo Brenner
image_pdf

Inserita all’interno di Padova 2016 architettura, la mostra dal titolo Stadtarchitektur dell’architetto tedesco Klaus Theo Brenner riunisce a Padova una raccolta dei suoi più importanti progetti, formati da piante, sezioni, schizzi e collage.

La mostra sarà divisa in due grandi sezioni, Case Urbane e Quartieri Urbani e comprende anche le immagini fotografiche di tutte le sue realizzazioni.

Organizzata dall’Associazione culturale Di Architettura in collaborazione con i Settori Urbanistica e Cultura del Comune di Padova, la mostra monografica si inaugura il 28 maggio con una lectio magistralis di Klaus Theo Brenner.

Chi è Klaus Theo Brenner
Nato nel 1950 a Fellbach vicino a Stoccarda, si laurea nel 1975 all’Università di Berlino e inizia in seguito una collaborazione con gli studi di J.P. Kleihues a Berlino e di Vittorio Gregotti a Milano. I suoi primi progetti sono degli anni Ottanta nell’ambito dell’IBA di Berlino. Dopo la caduta del muro prende parte a numerosi progetti della ricostruzione urbanistica della città negli anni ’90, tra cui il masterplan per Rummerlsburger Bucht, un palazzo per uffici sulla Friedrichstrasse e il complesso residenziale di Hüttenweg. Dal 1996 è Professore di progettazione e Urbanistica presso la Fachochschule di Potsdam (Potsdam school of Architecture). Oltre ad anni di attività in studio è Visiting Professor in Italia (Milano e Genova), dove sviluppa una stretta relazione tra il proprio concetto di architettura e l’architettura urbana italiana, in relazione alla modernità berlinese. Numerose le sue opere pubblicate, tra cui Stadttheater (1994), Heterope (1995), Das Städtische Reihenhaus (2004), Berlin- Genova (2005), Die gute Stadt (2009), Die schöne Stadt (2010). Le sue più importanti pubblicazioni sono svolte presso la FH di Potsdam, tra cui: Potsdamtrilogie, der Block, Idealstadt-Rasterstadt, Stadtlabyrinth. Ha lo studio a Berlino, specializzato in progettazione e realizzazione di complessi residenziali ed edifici urbani.

brenner_2

E’ il centro storico ad interessare particolarmente l’architetto, in particolare perché conserva ancora una dimensione cittadina e non turistica. “Il centro storico di Padova possiede un’atmosfera molto viva, densa e piacevole. Nutro particolare interesse non solo per i monumenti storici ma anche per la densità e la qualità degli spazi pubblici, caratterizzati da un sistema contrastante di portici e piazze. Anche l’architettura moderna, antecedente la seconda guerra mondiale, ha un valore molto significativo nell’ambiente storico”, afferma Theo Brenner.

Brenner_1

L’architetto, protagonista della ricostruzione urbana della città di Berlino negli anni Ottanta e in seguito anche negli anni Novanta dopo la caduta del muro, ricorda il rapporto che da sempre unisce l’architettura italiana e tedesca. “Gli architetti italiani sono stimati per il loro sapere scientifico sulla storia della città, per questo il dialogo è sempre stato presente. Oggi il numero dei professionisti interessati a un dibattito sui temi dell’architettura urbana si è notevolmente ridotto, molti colleghi sono più orientati a seguire le tendenze del design modaiolo”, afferma Brenner.
La mostra sarà visibile dal 28 maggio al 3 luglio 2016. La lectio magistralis è sabato 28 maggio alle ore 18.00.

Copyright © - Riproduzione riservata
Klaus Theo Brenner, lectio magistrali e mostra a Padova Architetto.info