Premio Architetto italiano 2015, la scadenza del bando si avvicina | Architetto.info

Premio Architetto italiano 2015, la scadenza del bando si avvicina

C'è tempo fino al 15 ottobre per partecipare al concorso del Cnappc che eleggerà l'architetto italiano del 2015, premio vinto nel 2014 da Tamassociati

image_pdf

Si avvicina la scadenza, confermata per il prossimo 15 ottobre, per la partecipazione ai Premi “Architetto Italiano 2015”, “Giovane talento dell’architettura italiana 2015”e “Raffaele Sirica 2015 – Start up giovani professionisti” banditi dal Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori in occasione della terza edizione della “Festa dell’Architetto”.

I Premi rientrano nella politica del Cnappc volta a valorizzare la cultura del progetto, la funzione civile dell’architettura, promuovendo gli architetti e gli studi che svolgono in modo esemplare, dal punto di vista tecnico ma anche etico, la professione che è sempre di più chiamata a rispondere ai bisogni delle comunità.

I partecipanti al “Premio Architetto Italiano 2015” – rivolto a professionisti, singoli e associati – saranno valutati sulla base di realizzazioni, progetti, studi, testi critici o lavori che abbiano contribuito a trasformare in modo consapevole, a promuovere, a diffondere o salvaguardare la cultura, il territorio italiano e l’innovazione architettonica; il “Giovane talento dell’architettura 2015” intende, invece, promuovere l’eccellenza dei giovani progettisti under 40, in Italia e all’estero, che si siano distinti per la promozione e la diffusione della cultura architettonica sulla base di uno specifico intervento capace di esplicitare elevata qualità disciplinare e risulti rappresentativo di un esemplare percorso professionale e civile.

Va ricordato che lo studio Tamassociati, scelto del Ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini, quale curatore del Padiglione Italia alla 15esima Biennale di Architettura di Venezia ha ricevuto dal Consiglio Nazionale degli Architetti il Premio “Architetto italiano 2014.

Originalità, attenzione all’ innovazione e progetto di architettura sono gli elementi che caratterizzano il “Premio Sirica 2015, Start up giovani professionisti”, dedicato agli architetti nati dopo il 31 dicembre 1985, che rappresenta in maniera emblematica l’attenzione del Consiglio Nazionale verso i giovani professionisti ed il loro processo di crescita. Prevede, infatti, l’erogazione di un premio in denaro, dell’ammontare di 10 mila euro, finalizzato a finanziare un progetto di ricerca e sviluppo, da svolgersi nel corso del 2015.

La giuria dei tre Premi è presieduta da Stefano Boeri e composta da Raul Pantaleo, Tamassociati; Alessandro Cambi (SCAPE), Leopoldo Freyrie (presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti), Margherita Guccione (direttore MAXXI Architettura), Filippo Delle Piane (Ance) e da Giuseppe D’Angelo (presidente Ordine degli Architetti delle Province di Barletta, Andria, Trani) in rappresentanza della Conferenza degli Ordini degli Architetti. Le Pre Giurie sono coordinate, per l’“Architetto Italiano 2015” e per il “Giovane Talento dell’architettura italiana 2015”, da Simone Cola, presidente del dipartimento Cultura, Informazione e Comunicazione del Consiglio nazionale degli Architetti; per il “Raffaele Sirica 2015 – Start up giovani professionisti” da Domenico Podestà, presidente del Dipartimento Europa, Esteri e Internazionalizzazione dello stesso Consiglio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Premio Architetto italiano 2015, la scadenza del bando si avvicina Architetto.info