Al di là di un hotel ordinario | Architetto.info

Al di là di un hotel ordinario

wpid-7927_home.jpg
image_pdf

Destinato a essere il “museo del design contemporaneo del 20° secolo”, il Kruisheren hotel di Maastricht va ben oltre l’immaginario di un normale albergo. Ospitato nel complesso gotico di un monastero del 15° secolo, l’antica facciata e la struttura muraria solida ed evocativa della costruzione, con le delicate finestre e i vetri lavorati, contrastano in modo spettacolare con gli interni eleganti e moderni. Il grande spazio della chiesa del convento è stato diviso in vari livelli ma senza infrangere la struttura esistente nè stravolgendola. L’autore dell’intervento è l’architetto d’interni Henk Vos e l’arredamento è sobrio e pulito con pezzi scelti fra i modelli disegnati da Le Corbusier, Starck, Newson, Wanders, Charles e Ray Eames, Mackintosh, Rietveld e Piet Hein-Eek.

Tutte le camere sono arredate in modo diverso e le aree comuni sono state decorate con pezzi unici. Ingo Maurer, celebre architetto della luce in tutto il mondo, ha implementato i pezzi d’arte con un’installazione luminosa tra l’esterno e l’interno della proprietà; anche il tunnel di ingresso dall’invitante bagliore dorato è farina del suo sacco. All’interno gli elementi moderni, come un ascensore in vetro che collega la chiesa al monastero evidenziano i molti spazi unici e irripetibili di questo antico palazzo.

Situato nel centro città di Maastricht, questo monastero dei Frati Crutched da poco restaurato e risalente al 15° secolo offre una sintesi mozzafiato di un esterno in vero e proprio stile gotico con un interno elegante e moderno. Molte soluzioni innovative per le sfide strutturali sembrano anche affermare in questo intervento che la sobrietà dello stile moderno può ben abbinarsi a un’espressione architettonica tardo-medievale evocatrice di virtù religiose, e quindi apparentemente così lontana dalla nostra moderna morale laica.

Le 60 camere del complesso Kruisherenhotel-Maastricht sono costituite dal monastero originale e dalla stessa chiesa, che oggi ospita la reception e le parti comuni e di servizio, tra cui sale conferenze, una libreria, una boutique e un caffè. Un’altra caratteristica spettacolare è il mezzanino di nuova installazione in cui viene servita la prima colazione mentre si può godere della vista sulla città di Maastricht attraverso le finestre del coro. Il “vinicole espace” non è meno sorprendente, sia per la sua offerta di vini, nonché per la volta in vetro di grandi dimensioni che le accoglie. L’interno è completato da un giardino nel chiostro del monastero – un sicuro rifugio nel cuore di una vivace città europea.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Al di là di un hotel ordinario Architetto.info