All'Arsenale di Venezia rinasce la Tesa 105 | Architetto.info

All’Arsenale di Venezia rinasce la Tesa 105

wpid-11301_a.jpg
image_pdf

I lavori di restauro della Tesa 105 sono iniziati il 1° settembre 2010 per recuperare, riutilizzare e valorizzare il complesso monumentale di eccezionale valore storico, sorto nel XII secolo come Cantiere di Stato e sviluppatosi fino a diventare per secoli la maggiore fabbrica navale del mondo.

L’intervento, grazie al quale si realizza un accesso pubblico all’Arsenale creando un percorso dall’area delle Casermette alla fondamenta della Novissima, lungo la darsena, è stato progettato dagli architetti Andres Holguin Torres (capogruppo), David Morales Hernandez, Alvaro Solis Sanchez e giovedì 12 aprile si svolgerà l’inaugurazione ufficiale della Tesa 105.

Il programma di recupero ha avuto come obiettivo principale la conversione della storica struttura del XVI secolo attraverso la realizzazione di una nuova architettura contemporanea contenuta all’interno dell’edificio originario, senza alcuna visibilità dall’esterno.

La nuova palazzina di tre piani contenuta all’interno dello storico capannone industriale ospita, al piano terra, quattro volumi per punto informativo e book-shop, reception degli uffici, sala polifunzionale, bar. Ampi spazi vengono lasciati liberi per permettere sia il passaggio pedonale, tra l’area del Casermette a nord e la fondamenta della Novissima a sud, che la sosta nelle aree bar e bookshop.

I quattro volumi hanno anche la funzione strutturale di sorreggere il sovrastante volume degli uffici; il primo piano, rivestito interamente in pannelli di vetro serigrafato, è un volume destinato in parte a uffici e incubatori d’impresa; il secondo piano accoglie invece due volumi per sale riunioni.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
All’Arsenale di Venezia rinasce la Tesa 105 Architetto.info