Coperture in alluminio: un nuovo tetto a scaglie per Villa Freidolina a Courmayeur | Architetto.info

Coperture in alluminio: un nuovo tetto a scaglie per Villa Freidolina a Courmayeur

La villa edificata nel 1916 celebra un secolo di vita con una nuova copertura in alluminio. Il sistema di rivestimento scelto si caratterizza per l'armonia estetica e per la resistenza alla corrosione, all’azione degli agenti atmosferici, ai carichi di neve e alla forza del vento

© Prefa, ph: Stefano Venturini
© Prefa, ph: Stefano Venturini
image_pdf

Nello sviluppo residenziale della nota località turistica di Courmayeur l’espansione più significativa è avvenuta nei primi decenni del Novecento. La tipologia di insediamento tipica del periodo è rappresentata da ville circondate da ampi giardini. Tra queste spicca per rilevanza architettonica Villa Freidolina.

La Freidolina è una villa storica di elevato pregio culturale e ambientale ubicata nel centro di Courmayeur, ed edificata nel 1916, come testimoniano le pregiate decorazioni che adornano la facciata. La villa, con un impianto asimmetrico e una struttura articolata e variegata, sviluppata su 4 piani fuori terra, è caratterizzata da pareti in pietra a vista e balconi in legno.

Dopo cento anni e vari necessari restauri, che ne hanno comunque mantenuto intatta l’architettura originale e l’antico fascino, nel 2016 si è reso necessario un complesso intervento di rifacimento del tetto per sostituire il compromesso manto di copertura in scandole in legno.

Un intervento armonico

Proprio per conservare nel modo più fedele possibile l’estetica originale dell’edificio, l’arch. Fabrizio Gandolfo, che ha curato il progetto di ristrutturazione della copertura, si è orientato subito verso rivestimenti che richiamassero la configurazione di quello esistente.

La soluzione ideale è stata individuata nelle Scaglie 44 in alluminio Prefa, scelte per il loro aspetto rispettoso del patrimonio paesaggistico e architettonico in linea con i criteri della Soprintendenza per i beni e le attività culturali della Val d’Aosta, e apprezzate allo stesso tempo per la loro leggerezza, l’estrema resistenza alle intemperie e la sicurezza e facilità di posa anche in presenza di forti pendenze e geometrie elaborate.

A dare ulteriore impulso alla scelta, anche la garanzia quarantennale dei sistemi di rivestimento Prefa contro rottura, ruggine e congelamento. I sistemi di rivestimento in alluminio Prefa si caratterizzano infatti per l’elevata resistenza alla corrosione, all’azione degli agenti atmosferici, ai carichi di neve e alla forza del vento.

Per questo specifico intervento è stato selezionato il rivestimento in Scaglie 44 nella colorazione grigio pietra Prefa P.10, una tonalità della gamma cromatica evoluta prodotta mediante la tecnologia denominata Coil Coating. Questa metodologia produttiva presenta un’elevata resistenza ai raggi UV, alle intemperie e ai graffi, oltre ad una elevata stabilità e uniformità del colore e dello spessore della vernice con un elegante effetto opaco. Tali proprietà, testate e certificate, permettono a Prefa di estendere la garanzia quarantennale del materiale anche sul colore.

Inoltre la forma stessa della scaglia risulta particolarmente interessante per l’armonioso effetto di luce e ombre creato dalla struttura nervata dei singoli elementi.

La ristrutturazione della copertura con Scaglie 44 in alluminio Prefa

L’intervento di ristrutturazione del tetto ha richiesto circa 3 mesi di lavoro, in considerazione delle avverse condizioni climatiche occorse durante le fasi di smontaggio della vecchia copertura e installazione del nuovo rivestimento eseguite in autunno inoltrato. La nuova copertura in alluminio Prefa si è rivelata determinante per la lavorazione in completa sicurezza nonostante le forti pendenze del tetto. Il sistema di fissaggio con doppia aggraffatura garantisce la perfetta integrazione nell’intero sistema Prefa con raccordature perfette e la massima stabilità degli elementi.

La copertura in scaglie, come tutti i sistemi di rivestimento Prefa, consente di essere completata da raccorderie, dettagli e sistemi di smaltimento delle acque realizzati nello stesso materiale e nelle stesse colorazioni dei rivestimenti, generando una coerenza estetica e cromatica che valorizza l’impatto estetico del risultato finale.

L’alluminio con cui sono realizzati i sistemi di rivestimento Prefa è un materiale naturale, ecologico e riciclabile al 100%, che riesce a coniugare in un unico sistema una elevata resistenza abbinata all’estrema leggerezza e alla sua eccellente lavorabilità, maneggevolezza, praticità e garanzia di risultati a regola d’arte per tutte le realizzazioni. L’alluminio per sua natura non arrugginisce, non è soggetto a rottura ed è molto duttile, quindi facile da lavorare anche in condizioni climatiche difficili, come è stato anche in questo intervento che si è svolto a cavallo della stagione invernale.

Scheda del progetto

Nome del progetto Villa Freidolina
Luogo Courmayeur
Tipo di costruzione Ristrutturazione
Intervento Rifacimento delle coperture
Progettista Arch. Fabrizio Gandolfo
Installatore Galavotti Mauro
Rivestimento per facciata Scaglie 44 Prefa – Grigio pietra P.10

Copyright © - Riproduzione riservata
Coperture in alluminio: un nuovo tetto a scaglie per Villa Freidolina a Courmayeur Architetto.info