Dominique Perrault restaura il Padiglione Dufour alla Reggia di Versailles | Architetto.info

Dominique Perrault restaura il Padiglione Dufour alla Reggia di Versailles

Dominique Perrault al confine tra restauro, ristrutturazione e progetto contemporaneo per il restyling di un padiglione ottocentesco della Reggia di Versailles

© André Morin/Dominique Perrault Architecture/Adagp
© André Morin/Dominique Perrault Architecture/Adagp
image_pdf

Nella preziosa cornice della Reggia di Versailles, l’architetto francese Dominique Perrault ha curato il restauro del Padiglione Dufour e della Vecchia Ala ad esso confinante, trasformando questi spazi in un nuovo ingresso monumentale alla Reggia. Con un intervento di riqualificazione permeato da un linguaggio contemporaneo, Perrault ha conservato e valorizzato il patrimonio storico esistente offrendo una nuova spazialità interna e un design d’eccezione (gli uffici amministrativi hanno lasciato il posto a un’elegante area di accoglienza per i visitatori). Un ampliamento è stato inoltre scavato sotto la corte adiacente (Corte dei Principi) riportando alla luce spazi sotterranei abbandonati, mentre una nuova scala esterna in marmo costeggia l’edificio storico e segna l’uscita del percorso di visita. Un prisma in vetro con struttura dorata in metallo si erge accanto alla scala ed emerge fino alla corte per rendere visibile l’intervento contemporaneo dall’esterno (leggi anche il restyling del Me Building presso il politecnico di Losanna, ove Dominique Perrault ha regalato una nuova veste contemporanea alla sede di ingegneria meccanica).

VersaillesDPA_1

La hall di accoglienza per i visitatori è uno spazio a galleria riccamente decorato © André Morin/Dominique Perrault Architecture/Adagp

Il padiglione Dufour fu costruito nel 1815 da Luigi Filippo per ripristinare l’equilibrio complessivo della Corte Reale creando un contrappunto simmetrico al preesistente Padiglione Gabriele (entrambe le strutture sono oggi adibite a ingresso alla Reggia per i visitatori). I vestiboli monumentali del Padiglione Dufour invitano i visitatori ad entrare nella hall, uno spazio a galleria riccamente decorato, aperto a destra e sinistra verso i cortili d’onore. L’intervento di restyling degli interni, curato da Gaëlle Lauriot-Prévost (art director di DPA), ha regalato un’enorme vitalità a questi ambienti, contraddistinti da pavimenti, soffitti e lampadari che richiamano in chiave contemporanea e astratta i motivi iconografici del palazzo storico, attraverso un utilizzo preponderante di superfici metalliche dorate. Il parquet della hall è ad esempio intervallato da fasce metalliche dorate così come il soffitto presenta drappeggi color oro e lampadari disegnati ad hoc.

La reception gallery consente l’accesso immediato alla Corte Reale dove ha inizio la visita della Reggia di Versailles, ma seguendo l’intero percorso museale i visitatori raggiungeranno nuovamente il Padiglione Dufour prima di uscire: al livello inferiore, in corrispondenza dell’ampliamento sotterraneo, una serie di spazi suggestivi come le ex cisterne ospitano il bookshop e alcune aree di servizio, mentre la nuova scalinata in marmo rappresenta l’uscita verso la Vecchia Ala e i giardini. Gli ambienti seminterrati sono illuminati da un fascio di luce naturale proveniente dalla struttura in lame di metallo e vetro che funge da pozzo di luce verso la corte esterna superiore e costeggia la scala in marmo. Qui si può ammirare un dettaglio che rievoca l’emblema del Re Sole, ovvero le rondelle con scanalature radiali utilizzate per coprire le viti di fissaggio della struttura.

VersaillesDPA_2

La nuova scala in marmo si inserisce con eleganza nel contesto storico del Padiglione Dufour e della Vecchia Ala ad esso adiacente © Dominique Perrault Architecture/Adagp

Un auditorium da 200 posti e un ristorante con sala da thè e bar sono accolti nei due livelli superiori dell’edificio, cui si accede sia dalla hall che da un ingresso esterno dedicato. L’auditorium al secondo piano, annidato sotto le travi della copertura, è rivestito interamente in legno e grazie ai lucernari situati alle pareti come lighbox, la luce naturale inonda lo spazio e lo tinge di oro. Gli ambienti più monumentali sono le camere d’epoca a servizio sia dell’auditorium (foyer e salone conviviale) che del ristorante. La scelta di nuance e rivestimenti è stata svolta in stretta collaborazione con Frédéric Didier, Chief Architect of Historical Monuments of the Château de Versailles, per regalare quel valore aggiunto al confine tra tradizione e contemporaneità. “Lavorando sotto la pelle degli edifici”, afferma Dominique Perrault, “la riqualificazione offre una soluzione funzionale, sostenibile ed efficiente che permette di preservare il layout della Reggia e dei suoi padiglioni”.

Scheda del progetto
Architetto: Dominique Perrault Architecte (DPA)
Direzione artistica, lampadari e arredo: Gaëlle Lauriot-Prévost Design
Patrimonio storico: Frédéric Didier (Chief Architect of Historical Monuments of the Château de Versailles)
Location: Reggia di Versailles (Padiglione Dufour), Francia
Area: 3.000 mq
Cronologia del progetto: concorso aggiudicato nel maggio 2011, realizzazione completata nell’estate 2016
Ingegneria civile: Khephren Ingénierie S.A.
Impiantistica: INEX SAS Ingénierie
Acustica e illuminazione: Jean-Paul Lamoureux
Sicurezza: AADT/Folacci

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Dominique Perrault restaura il Padiglione Dufour alla Reggia di Versailles Architetto.info