Il cantiere del Teatro Lirico si apre alla Milano Fashion Week | Architetto.info

Il cantiere del Teatro Lirico si apre alla Milano Fashion Week

Promozione culturale alternativa nella settimana della moda a Milano, tra ponteggi e impalcature nella struttura teatrale pronta a riaprire a gennaio 2018

image_pdf

Un cantiere teatrale si trasforma in passerella per la Milano fashion week. Succede al Teatro Lirico di Milano intitolato a Giorgio Gaber, che sabato 23 settembre sarà, nonostante il cantiere, palcoscenico speciale e unico per la sfilata di Antonio Marras, affermatissimo stilista sardo, già direttore artistico della maison Kenzo.
Cantiere-evento è promosso dalla Fondazione Gianfranco Dioguardi in collaborazione con il Comune di Milano e A.A.M. Architettura Arte Moderna, per far vivere, nonostante il cantiere, il teatro di via Larga 14 e dare conto dei lavori, la cui fine era prevista per luglio 2017, alla collettività.

Un lavoro, quello per il  restauro del Teatro Lirico “Giorgio Gaber”, del quale si parla da molto tempo, iniziato nel gennaio 2016  ed affidato all’Impresa Garibaldi di Bari per un corrispettivo di oltre 8 milioni di euro.
Ad inizio del 2018 è prevista la riapertura al pubblico del Teatro Lirico, chiuso e abbandonato nel 1999: fu costruito nel 1779 da Giuseppe Piermarini, lo stesso architetto del Teatro alla Scala di Milano, e poi ricostruito ex novo da Cassi Ramelli nel 1938, dopo essere stato danneggiato gravemente da un incendio.

Il restauro conservativo riporterà all’antico splendore balconate e decorazioni del Teatro Lirico, ma sono state eliminate tutte le barriere architettoniche e l’amianto; un ristorante con vista sulla sala e un palcoscenico modulare saranno i tocchi d’innovazione tecnico-ingegneristica per il nuovo Teatro Lirico, che avrà 1500 posti a sedere.
Lo spazio teatrale si può vivere anche durante la cantierizzazione, con le dovute cautele, e può diventare un momento di condivisione delle conoscenze, di scoperta del lavoro in progress su un determinato sito e di riappropriazione dello spazio. Il 23 settembre, in occasione dell’inaugurazione del “Cantiere-evento”, sarà presentata l’installazione di Vincenzo D’Alba, artista e designer di Kiasmo: un’opera grafica che animerà il telo di schermatura dei ponteggi che riveste la facciata del Teatro Lirico su via Paolo Cannobio.

Approfondimento su Ingegneri.info: Bim e laser scanning per il restauro del Teatro Lirico a Milano

Alla giornata del 23 settembre seguiranno altri eventi nel cantiere del Teatro Lirico di Milano, dove si mischieranno tutte le arti, dalla danza al cinema passando per il teatro naturalmente, ai quali parteciperanno i Municipi di Milano, le scuole, le associazioni, i negozianti, con l’obiettivo di rendere il cantiere quanto più accessibile e partecipato. Questi appuntamenti sono in programma in uno spazio, attrezzato appositamente per questo uso, nel cantiere del Teatro Lirico.
Tra le iniziative concordate con il Comune di Milano saranno organizzati, presso i nove Municipi, incontri “extra-cantiere” per raccontare quanto sta accadendo nel Lirico con l’obiettivo di esportare il progetto “Cantieri-evento” anche nelle periferie di Milano.

L’esperimento del Teatro Lirico nasce anche per elaborare un più vasto programma di “Cantieri-evento” per la rigenerazione delle periferie milanesi affinché possano assumere la dignità culturale di quartieri-laboratorio di ricerca sociale urbana attraverso cui stimolare una nuova partecipazione consapevole dei cittadini per un nuovo sviluppo qualitativo della città. In particolare l’iniziativa Cantiere-evento è stata sviluppata nell’ambito del progetto di ricerca “Milano, città laboratorio di imprenditorialità e organizzazione urbana che la Fondazione Dioguardi ha promosso con il sostegno dalla Fondazione Cariplo.

LEGGI ANCHE: Un teatro in periferia: il Modiin Theatre in Israele di Knafo Klimor

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Il cantiere del Teatro Lirico si apre alla Milano Fashion Week Architetto.info