Il restauro e rinnovamento del Turin Palace Hotel | Architetto.info

Il restauro e rinnovamento del Turin Palace Hotel

Il prestigioso albergo ottocentesco a Torino è stato oggetto di un radicale intervento di restauro e risanamento conservativo

COVER_Turin Palace hotel-01 Ingresso
image_pdf

Dopo un lavoro di radicale ristrutturazione, a Torino è stato riaperto da qualche mese l Turin Palace Hotel, prestigiosa struttura alberghiera di proprietà della Reale Immobili.

Gestita dalla famiglia Marzot, proprietaria dell’Hotel Spadari al Duomo e dell’Hotel Gran Duca di York a Milano, la struttura ha riaperto i battenti a maggio 2015 ma è stata presentata al pubblico a Natale 2015.

Situato in una posizione strategica all’interno del tessuto urbano, il Turin Palace Hotel è stato infatti uno degli alberghi più esclusivi di Torino sin dall’Ottocento, ospitando personaggi eccellenti del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo, come Guglielmo Marconi, Pietro Mascagni, Arturo Toscanini, Federico Fellini, Helmut Newton, Maria Callas, Louis Armstrong, David Bowie, Sting, Liza Minelli, Madonna, Mick Jagger e ogni capo di Stato o testa coronata che passasse da Torino, da Re Carlo Gustavo di Svezia alla Regina Elisabetta di Inghilterra.

Per volere della committenza, il prestigioso edificio di sei piani dall’impianto classico e regolare è stato oggetto di un complesso intervento di restauro e risanamento conservativo che lo hanno portato ad un rinnovamento radicale, pur preservandone la storicità, il fascino e le atmosfere. L’intervento ha consentito la realizzazione di quegli standard tecnologici e prestazionali (comfort acustico, ambientale e di fruibilità degli spazi), attesi dall’esigente viaggiatore dei nostri giorni.

FOTO_Turin Palace hotel-05 Reception

I lavori di ristrutturazione sono stati seguiti dallo studio Artecna, mentre gli interni sono stati curati dall’architetto Patrizia Poli affiancata da Margherita Marzot, architetto responsabile dell’immagine degli alberghi di famiglia.

La Lounge – concepita a doppia altezza, è arredata in contrasto con il rigore dell’edificio originale. Sul pavimento di larghe doghe in legno finito a cera sono collocate morbide sedute in velluto sovrastate da una importante installazione luminosa di vetro soffiato a mano appositamente realizzata per il grande salone. Alle pareti, quadri di famosi artisti torinesi come Pier Luigi Pusole, Daniele Galliano e Stefano Faravelli.

FOTO_Turin Palace hotel-03 Lounge

Le 127 camere – sono state progettate tenendo conto dei più aggiornati standard di comfort internazionale e pensando alle esigenze sia del viaggiatore per affari sia di chi viaggia per piacere, magari con la famiglia. Sono state realizzate sei Junior Suite, una Presidential Suite, camere con due letti matrimoniali, camere quadruple, e sette camere romantiche che godono di bellissimi terrazzi attrezzati. I delicati toni pastello dell’azzurro e del rosa, gli arredi in bronzo e legno laccato nero ispirati gli anni ‘20 e ’30 e gli imbottiti nelle varie tonalità dei visone, del tortora e del bordeaux creano un atmosfera rilassante e accogliente. I bagni, quasi tutti con vasca e doccia, risultano incredibilmente grandi e freschi, con un tocco Art Decò nei pavimenti a scacchiera.

FOTO_Turin Palace Hotel - room-49

La Sala Mollino – l’antico salone delle feste – ha mantenuto la storica volta a cupola ellittica, oggi illuminata ed enfatizzata da sospensioni luminose in vetro soffiato a mano appositamente pensate per la sala. Un onirico contrappunto alle decorazioni serigrafate in oro della vetrata di fondo e dell’enorme portale d’ingresso al salone, entrambe originali e restaurate.

FOTO_Turin Palace hotel-06 Sala Mollino

La sala realizzata per la ristorazione accoglie gli ospiti in un’atmosfera di ispirazione francese. Fra carte da parati, boiserie e divanetti imbottiti dall’eleganza ricercata, rivivono colori ed atmosfere di altri viaggi, come ricorda lo stesso nome scelto per il bistrot Les petites Madeleines.

L’intervento ha previsto anche la realizzazione di un Spa con piscina con cascata ed idromassaggi, il camminamento per la riflessologia plantare su ciottoli, la sauna, il bagno turco, le docce aromatiche e la cabina per trattamenti invitano a concedersi preziosi momenti di relax.

Infine, la terrazza: offre una meravigliosa vista panoramica sulla Torino dei monumenti e dei palazzi contemporanei, lasciando l’occhio spaziare fino in fondo.

FOTO_Turin Palace hotel-30 Terrazza

Copyright © - Riproduzione riservata
Il restauro e rinnovamento del Turin Palace Hotel Architetto.info