Incastonato tra due musei | Architetto.info

Incastonato tra due musei

wpid-10457_home.jpg
image_pdf

Fondato nel 1973 nel campus della University of South Dakota nel Vermillion, il Museum & Center for Study of the History of Musical Instruments è una delle più grandi istituzioni del suo genere al mondo. Le sue collezioni, che comprendono più di 15.000 stumenti musicali di diversa provenienza, americani, europei e non-occidentali, annoverando perciò strumenti praticamente da tutte le culture del mondo e da tutti i periodi storici possibili, sono le più complete disponibili e visitabili.

Necessaria un’estensione del Museo, è stato invitato lo studio Schwartz / Silver Architects in collaborazione con Koch Hazard Architects, per progettare e realizzare la nuova ala. Essa si estenderà verso est allungandosi verso l’edificio originale del museo, e a ovest verso il South Dakota Union.

L’estensione connetterà entrambi gli edifici esistenti, per questo ri-definisce l’ingresso principale del museo nella nuova struttura, al centro della nuova composizione. Se da un lato la nuova architettura colpisce per la sua forma nettamente diversa da ciò che la circonda, essa incorpora il colore e la consistenza della costruzione originale in calcare nei materiali della nuova facciata e nella superficie della piazza antistante. La realizzazione del progetto è programmata per iniziare nel 2012, con la definizione anche di un auditorium che seguirà una seconda fase di progetto.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Incastonato tra due musei Architetto.info