Premio Federico Maggia: vince il team di Concreto | Architetto.info

Premio Federico Maggia: vince il team di Concreto

“Il rammendo della vallata” si impone nell’edizione 2015 del premio bandito da Fondazione Sella di Biella e intitolato alla memoria dell’ingegnere Federico Maggia. Assegnate anche due menzioni

Il progetto vincitore: “Il rammendo della vallata”, del  gruppo Concreto (Gregorio Pecorelli/Andrea Bellincampi/Gianluca Canzini/Alberto Pizzoli)
Il progetto vincitore: “Il rammendo della vallata”, del gruppo Concreto (Gregorio Pecorelli/Andrea Bellincampi/Gianluca Canzini/Alberto Pizzoli)
image_pdf

 

La seconda edizione nazionale del premio intitolato alla memoria dell’ingegnere-architetto Federico Maggia si è conclusa con la vittoria del gruppo Concreto (Gregorio Pecorelli/Andrea Bellincampi/Gianluca Canzini/Alberto Pizzoli) e della sua installazione “Il rammendo della vallata”, che mette in relazione il centro storico di Biella con il convento di San Gerolamo attraverso percorsi, spazi di sosta, luoghi conviviali e potenziali infrastrutture.

Due sono state anche le menzioni date da una qualificata giuria, composta dal direttore di Casabella Francesco Dal Co, dagli architetti Werner Tscholl e Andreas Kipar, da Anna Zegna presidente dell’omonima Fondazione e presieduta da Aimaro Isola: abacO – collaborative design studio (Alessandro Carabini/Alice Braggion) con l’installazione “Palomar. Trame digitali” e ad Assia Carpano/Fabio Liberati con “WoodWool”.

I nomi sono emersi in un gruppo di dieci finalisti selezionati tra 173 partecipazioni provenienti da tutta Italia, che comprendevano anche [A+M]2Architects (Marcello Galiotto/Alessandra Rampazzo/Martino De Rossi/Elena Antoniolli) con “Genesi”, Attraversare (Alessandro Raffa/Michele Gerli) con “Trame del tempo”, Officina Ibrida (Giulia Mondino / Alberto Sordo) con “Think tank”, Emilia Rosmini, Elisa Cecchini (ULTRA architettura) con “Ex voto”, studiospaceman (Andrea Salvatore/Francesca Caravello) con “Espace trouvé: a place made by walking”, Matteo Venezian / Francesco Sala con “Via dei tessuti” e Zecchetti | Nobili Architetti + Alessandro Vigoni Art Director (Andrea Zecchetti/Francesco Nobili/Alessandro Vigoni) con “Temp(l)i moderni”.

Curato da Francesca Chiorino, Anna Arioli e Raffaele Pe, il Premio Maggia 2015, “Paesaggi industriali. Giovani progettisti fabbricano idee”, è stato focalizzato sulla proposta di interpretazione del delicato tema delle aree dismesse e della relazione, intesa sia come connessione fisica di spazi e progettazione di percorsi, sia come luogo della convivialità e della sosta, sia come legame tra fruizione degli spazi e loro contenuto storico. E ha avuto, come la precedente, lo sfondo suggestivo degli spazi del Lanificio Maurizio Sella, nei quali durante l’estate i finalisti si sono impegnati nella realizzazione di installazioni che, diffondendosi all’interno del paesaggio industriale, ne diventano percorsi di scoperta.

L’edizione 2015 ha consolidato un format avviato nel 2013, quando un riconoscimento di ambito locale ha fatto il salto di scala, diventando nazionale e proponendosi biennalmente, e inserendosi nel numero sempre più esiguo delle iniziative nazionali che puntano concretamente i riflettori sui giovani progettisti, dando loro spazio e visibilità. Bandito da Fondazione Sella Onlus insieme agli Ordini degli architetti e degli Ingegneri della Provincia di Biella e alla Città di Biella con il sostegno di Casabella, ammette infatti alla partecipazione esclusivamente architetti under 30, che, scorrendo rapidamente i curricula dei dieci finalisti, sembrano purtroppo allontanarsi sempre di più dall’Italia.

Contestualmente alla cerimonia di premiazione, alla presenza della giuria e del presidente e della direttrice di Fondazione Lodovico e Angelica Sella, è stato presentato il catalogo edito da Electa ed è stata inaugurata la mostra delle creazioni, allestita dal vincitore 2013 StudioErrante Architetture e accompagnata dalla presenza dell’installazione interattiva “Le porte di Cittadellarte”, realizzata a cura di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto in collaborazione con Studio Azzurro.
La mostra sarà aperta e visitabile fino al 27 novembre.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Premio Federico Maggia: vince il team di Concreto Architetto.info