Restauro del Castello di Santa Severa di Santa Marinella | Architetto.info

Restauro del Castello di Santa Severa di Santa Marinella

wpid-2600_castellosantasevera.jpg
image_pdf

Un progetto multimediale, curato da Piero Angela e Paco Lanciano, insieme al piano degli scavi e del restauro vero e proprio del castello di Santa Severa (Roma), sono stati presentati al Forum delle Pubbliche Amministrazioni a  Roma, lo scorso 13 maggio. Il Presidente della Provincia di Roma Zingaretti ha parlato di quattro milioni e mezzo per il restauro del Castello, per la creazione di ulteriori musei e per gli scavi in corso di un’area, quella dell’antica Pirgy che si estende per circa 12000 metri quadrati. La località denominata S. Severa è molto antica: fa la sua prima comparsa nella documentazione nell’anno 939, ma in realtà insiste sui resti dell’antico centro etrusco-romano di Pyrgi. La prima menzione del castello risale invece al 1068, anno in cui il normanno Gerardo Conte di Galeria lo donò ai monaci dell’Abbazia di Farfa. In seguito il castello appartenne ai Monaci di San Paolo e ad alcune famiglie nobili romane tra le quali i Tiniosi e i Bonaventura-Venturini. Nel 1482 il Papa Sisto IV concesse la Rocca al Pio Istituto del Santo Spirito, il quale ne fece, a sua volta, per cinque secoli, (1482-1980), il cuore di un’azienda agricola estremamente vasta, visitata da diversi Papi del Rinascimento e dei secoli successivi.  

Il finanziamento  per il piano di restauro è stato ottenuto nel 2005 grazie alla sinergia tra il Sindaco Tidei e la Provincia di Roma e l’ottimo lavoro svolto dal direttore del Museo Civico, l’archeologo Flavio Enei.{GALLERY}Durante gli scavi, finanziati dalla provincia con un investimento di 4 milioni e mezzo di euro, sono venute alla luce anche una necropoli e una chiesa paleocristiana del V secolo.

Al castello di Santa Severa è legato un altro progetto, molto ambizioso e futurista, in questo caso multimediale al quale fanno parte uno staff di grandi esperti del settore e studiosi come il noto conduttore, ricercatore Piero Angela.  Il progetto che avrà luce al termine dei lavori, previsti per l’anno prossimo, proverà a far rivivere in 3d e via web la storia legata al Castello di Santa Severa e dell’antica Pyrgi, dall’uomo di neanderthal sino all’epoca medievale e romana.

Nel 2010, anno in cui è stimata la conclusioni dei lavori, si potranno inaugurare il restauro del Castello e l’apertura di ben quatto musei (del castello, del borgo, del mare e di Pyrgy).

Copyright © - Riproduzione riservata
Restauro del Castello di Santa Severa di Santa Marinella Architetto.info