Un tetto in vetro per l'antico castello in pietra di Moritzburg | Architetto.info

Un tetto in vetro per l'antico castello in pietra di Moritzburg

wpid-9177_home.jpg
image_pdf

Un museo all’interno di un castello in rovina presso Halle, in Germania, nella provincia della Sassonia, progettato dallo studio spagnolo Niento Sobejano Arquitectos. Gli architetti hanno inserito l’estensione sulla sommità del castello in pietra del 15° secolo, già Museo di Moritzburg, offrendo un tetto all’ultimo piano precedentemente a cielo aperto.

L’antico castello di Moritzburg, nella città di Halle è un esempio molto importante di architettura gotica militare, tipica della Germania della fine del 15° secolo. La sua storia turbolenta inevitabilmente si riflette nelle numerose modifiche che ha subito nel corso degli anni. Ma nonostante queste, l’edificio conserva ancora la struttura originale delle sue principali caratteristiche architettoniche: il muro di cinta, tre delle quattro torri tonde agli angoli e il cortile centrale.

La parziale distruzione delle ali nord e ovest avvenuta nel 17° secolo durante la Guerra dei Trent’anni aveva lasciato al castello l’immagine di un rudere romantico, mantenuta nel corso dei secoli fino ad oggi. Fatta eccezione per un progetto nato morto di Karl Friedrich Schinkel nel 1828, fino ad oggi nessun lavoro ne ha modificato o ampliato la rovina antica.

Il museo d’arte moderna ospitato nel castello dal 1904 – una collezione molto importante soprattutto dell’Espressionismo tedesco – comprende opere dipinte da Lyonel Feininger, ed è stata ampliata con la donazione Gerlinger, una delle collezioni private più importanti del gruppo espressionista Die Brücke.

L’ampliamento si basa su una semplice e chiara idea architettonica. Si tratta di un nuovo tetto, concepito come una grande piattaforma ripiegata, che sale e si rompe per permettere alla luce naturale di entrare e da cui le nuove aree espositive ‘pendono’. L’estensione include anche l’aggiunta di un ingresso a forma di trapezio in metallo.

Il risultato di questa operazione è quello di liberare completamente il piano della rovina antica, offrendo uno spazio unico, che permette un ventaglio di possibilità espositive. Questo design è completato con la costruzione di due nuovi blocchi di comunicazione verticale. Il primo è situato nell’ala nord per collegare i livelli che devono essere comunicanti. Il secondo è una nuova, contemporanea torre, alta 25 metri, nel luogo un tempo occupato dal bastione, che fornisce l’accesso alle nuove aree espositive con le rispettive vedute sulla lontana città.

La geometria angolare del nuovo scenario dei tetti e la torre di metallo contrasta con la forma esistente irregolare del castello e del tetto alto. In armonia con le forme espressive e disagevoli dipinte da Feininger, in mostra nel museo, i nuovi frammenti continuano il processo di cambiamento che caratterizza la storia del Castello di Moritzburg nel tempo.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un tetto in vetro per l'antico castello in pietra di Moritzburg Architetto.info