Una struttura all'avanguardia nel passato, ora nel futuro | Architetto.info

Una struttura all’avanguardia nel passato, ora nel futuro

wpid-9905_home.jpg
image_pdf

All’inizio del 20° secolo venne costruito nella parte settentrionale di Rotterdam, il viadotto Hofplein, nel mezzo dei sobborghi del 19° secolo e del vicino paesaggio dei polder. Questo viadotto di 1,9 km di lunghezza costituisce l’inizio del cosiddetto “percorso Hofplein”, una linea ferroviaria di 28,5 km che collega Rotterdam con l’Aia e Scheveningen. La costruzione dell’Hofplein fu un passo avanti nello sviluppo della costruzione dei viadotti ferroviari: non era mai stata costruita prima di allora una ferrovia sopraelevata realizzata in cemento armato con una campata di 1,9 km. Riconosciuto monumento nazionale solo nel 2002, si è atteso il 2008 per l’inizio del suo restauro, avvenuto ad opera dello studio Pena Architecture.

Il restauro è partito dal consolidamento delle prime sette arcate del monumento con l’obiettivo di dare all’ambiente una spinta qualitativa per l’intero quartiere. Le prime sette arcate della Stazione monumentale Hofplein si sono trasformate in un piccolo centro commerciale, un nuovo punto aggregativo di Rotterdam, dotato del proprio specifico carattere.

Il Mall Mini ospita negozi di vendita al dettaglio e prodotti locali, originali studi di designer indipendenti, eventi artistici, festival e iniziative d’arte, con lo scopo di ospitare un sano mix di vibrante creatività e di commercio.

Una tratto che ha aggiunto qualità al monumento nazionale è l’area pubblica, sotto le cui arcate si incontrano tutte le attività dei singoli imprenditori. Così il monumento è stato preso dalla strada e reso accessibile al pubblico. Eventi temporanei e altre formule pop-up costituiscono il fattore unificante all’interno del centro commerciale e creano ogni volta una nuova realtà da vivere. In quest’area dell’edificio gli imprenditori hanno anche una vetrina interna oltre a quella sulla strada. Ciò amplifica la quantità di luce solare presente all’interno e la trasparenza attraverso il cortile fa interagire l’attività tra i negozi ed i visitatori.

Il cortile non è stato progettato solo per rendere l’edificio più accogliente, ma aggiunge anche un nuovo percorso urbano. Ai pedoni non è più necessario fare il giro del palazzo ma è possibile utilizzare il cortile come attraversamento e ritrovarsi dall’altro lato dell’edificio. Il Mall Mini consente inoltre di accedere alla più grande area open-air nel cuore di Rotterdam. Il tetto (4000 mq all’aria aperta) durante l’estate diventa un luogo dedicato alla musica, al teatro, al cinema, alla danza e alla buona tavola, con la vista della città sullo sfondo.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Una struttura all’avanguardia nel passato, ora nel futuro Architetto.info