Saie 2013 lancia il Forum permanente "Better Building & Smart Cities" | Architetto.info

Saie 2013 lancia il Forum permanente “Better Building & Smart Cities”

wpid-18706_FieraBolognasaie.jpg
image_pdf

Dopo il lavoro iniziato nel 2012 alla luce del sisma che ha colpito l’Emilia con il Forum Ricostruiamo l’Italia, Saie ha creato un Forum permanente ponendo al centro le tematiche del “Better Building & Smart Cities”, a cui hanno aderito i protagonisti del mondo dell’edilizia, le associazioni di categoria, i Consigli nazionali dei professionisti e oltre 50 rappresentanti di università italiane. Per rispondere al meglio alle sfide di una crescita innovativa e sostenibile che riguardi tutto il comparto delle costruzioni fin da quest’edizione 2013 e in quelle a seguire il Saie ribattezza quindi la manifestazione all’insegna del motto Better Building & Smart Cities, coniugando le esigenze di rinnovamento dell’industria edilizia di cui è da sempre testimone.

Ripartendo proprio da una nuova concezione delle città, fulcro e motore economico e sociale del nostro Paese, in cui la crisi economica ha fatto emergere la necessità di rispondere alla domanda di sviluppo, soprattutto nell’edilizia, si pone necessario un nuovo modo di costruire che tenga conto di innovazione e tradizione, partendo proprio dalle politiche di innovazione necessarie sia nel riqualificare gli spazi urbani, sia nel trasformare le città in comunità intelligenti. Un obiettivo ambizioso che grazie alla nuova formula di Saie offre per la prima volta in Italia un luogo unico di dibattitto sui temi più attuali. 

Il programma del Forum 2013 Better Building & Smart Cities include:

6 General Meetings, ideati e organizzati in collaborazione tra il Comitato Scientifico del Forum Saie e Smart City Exhibition per lanciare l’appello ‘Costruiamo le città del futuro’. Numerose autorità delle più importanti istituzioni italiane ed europee discuteranno sui temi dell’agenda urbana e digitale, della ricostruzione dell’Emilia, della riqualificazione urbana e della semplificazione nella normativa edilizia e nella PA. Ai sei general meeting parteciperanno i principali protagonisti italiani e internazionali del dibattito sul Better Building e sulle città intelligenti, tra cui membri del Governo Italiano, Commissari europei, numerosi sindaci, i Presidenti dei più importanti enti coinvolti e un qualificato numero di esperti italiani e internazionali, provenienti da tutto il mondo oltre ai rappresentanti delle associazioni professionali e dei Consigli nazionali dei professionisti dell’edilizia. Sarà il più importante evento dell’anno sulle politiche urbane e l’innovazione tecnologica per le città e l’industria delle costruzioni in cui per la prima volta, tecnici, esperti, professori universitari, esponenti governativi e professionisti discuteranno assieme i temi più caldi del settore, con l’obiettivo di far ripartire il Paese proprio dalle nostre città.

Oltre ai General Meeting il Forum prevede ben 16 Lessons & Workshop di aggiornamento tecnico, organizzati direttamente da Saie in tre sale dedicate. Ognuna prevede la “key note” di un esperto, alcuni interventi di tecnici della materia, le presentazioni di soluzioni del mercato e un dibattito finale.

I temi di discussione e di confronto tra i protagonisti dell’edilizia e i docenti universitari che compongono il Comitato Scientifico, coordinati dal professor Marco Savoia, spaziano tra gli argomenti più di interesse per i professionisti dell’edilizia. Dai nuovi strumenti per progettare in modo innovativo alle tecniche per la ricostruzione sicura efficiente e ecosostenibile degli edifici.

All’interno del Forum, nella giornata di giovedì 18 ottobre, SAIE sostiene la realizzazione della seconda edizione del Premio RI.U.SO – Rigenerazione Urbana sostenibile – promosso da Cnappc, Ance e Legambiente che assegna un riconoscimento ai migliori progetti e le realizzazioni più innovative nel campo della riqualificazione architettonica, ambientale, energetica e sociale delle città italiane.

Il programma dei General Meeting

Gli spazi urbani concentrano oggi la maggior parte dei problemi ma anche le opportunità per risolverli Partendo quindi dalle politiche di innovazione necessarie sia nel costruire e ri-costruire le città, sia nel farle evolvere verso comunità intelligenti, SAIE e Smart City Exhibition presentano un calendario fatto di sei importanti eventi comuni o General Meetings che hanno come denominatore l’impegno all’incremento del benessere e della qualità della vita dei cittadini che può derivare da un ambiente urbano caratterizzato da una buona qualità del costruito, da una riqualificazione intelligente degli spazi, da una pianificazione rispettosa dell’ambiente e delle esigenze di vita degli abitanti, dall’uso pervasivo di tecnologie in grado di attivare la partecipazione, l’innovazione sociale, la sostenibilità e la facile fruibilità dei servizi e degli spazi.

Si parte il 16 ottobre mattina con il convegno inaugurale dedicato, sotto lo slogan scelto dal Forum SAIE  “Better Building & Smart City” all’edilizia sostenibile e alle smart cities come driver della ripresa economica in Italia dopo le politiche di austerità. All’incontro, aperto dai Presidenti di Bologna Fiere Duccio Campagnoli e di FORUM PA Carlo Mochi Sismondi, oltre  che dal Sindaco di Bologna Virginio Merola, parteciperà il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, che ha la delega per i “piani città” e che inaugurerà le due manifestazioni. I presidenti degli Ordini degli Ingegneri Armando Zambrano, del Consiglio Nazionale degli Architetti Leopoldo Freyre, dell’Ance Paolo Buzzetti, faranno il punto sulla necessario cambio di passo nelle politiche per l’edilizia sostenibile; il capo dell’Innovazione della città di Barcellona Manel Sanromà e il Presidente del CNR Nicolais  presenteranno il paradigma della “città intelligente”. Il senatore del Delaware Harris McDowell membro e fondatore del Consiglio della National Coalition of Environmental Legislators  presenterà il case history del Delaware uno degli stati americani in cui la riconversione dell’industria edilizia ha dato i migliori frutti nella creazione di posti di lavoro e strutture ecoefficienti grazie all’applicazione del piano federale Better Buildings del presidente Obama. 

Il pomeriggio del 16 ottobre si parlerà di “Agenda Urbana”. Al centro ci sarà l’impegno chiesto dall’Unione europea, in vista del nuovo ciclo di programmazione dei Fondi strutturali 2014-2020, a tutti gli Stati membri di dotarsi di “un’ambiziosa agenda urbana”, con almeno il 5 per cento delle risorse assegnate a livello nazionale. Il responsabile della programmazione e della coesione territoriale, Ministro Carlo Trigilia e il Presidente dell’Anci e sindaco di Torino Piero Fassino, saranno al centro dell’evento che sarà aperto dagli interventi del massimo livello della Commissione Europea nel campo dello sviluppo urbano, Wladyslaw Piskorz e dal prorettore del Politecnico di Milano Alessandro Balducci. Nel corso del convegno è previsto inoltre un intervento in video del Commissario europeo per la politica regionale Johannes Hahn.

Il 17 ottobre mattina è la volta delle tecnologie che possono accompagnare le nostre città ad essere comunità intelligenti ed inclusive. Il tema “Smart city nell’Agenda digitale” sarà trattato dal responsabile italiano della Agenda Digitale, Francesco Caio, dal Vice Ministro allo Sviluppo Economico che ha la delega per le reti di comunicazione, Antonio Catricalà, del Sottosegretario Gian Luca Galletti che ha la delega nell’ambito del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca per l’Agenda digitale, dal Presidente della Cassa Depositi e Prestiti Franco Bassanini, che esaminerà anche gli aspetti di fattibilità finanziaria e da una nutrita schiera di esperti italiani e stranieri. Durante il convegno, coordinato da Luca de Biase, è previsto un intervento in video di Neelie Kroes, Commissario europeo delegato per la Digital Agenda e l’innovazione.

Nel pomeriggio del 17 il Presidente di Bologna Fiere Duccio Campagnoli aprirà un Meeting, centrato sull’impegno delle istituzioni, del mondo scientifico e delle imprese per la ricostruzione dell’Emilia Romagna dopo il tragico sisma del maggio 2012. Nell’incontro, a cui parteciperanno anche i vertici della Regione Emilia-Romagna, si metteranno in luce anche le tecnologie per riqualificare il patrimonio immobiliare pubblico e per la prevenzione delle catastrofi naturali, coinvolgendo anche i Comuni vittime del sisma che presenteranno direttamente alle aziende i progetti e le opportunità per la ricostruzione post sisma dei propri territori.

Il 18 mattina il quinto appuntamento di questa collana di eventi sulle città del futuro, parla della trasformazione urbana, che è la grande sfida del nostro secolo, e che deve necessariamente assumere un approccio complessivo nell’affrontare i diversi temi.  Il criterio guida è la sostenibilità, alla base della strategia europea 2020 per il clima e l’ambiente e che è ha ispirato anche il lancio dell’iniziativa europea per le smart cities. Al convegno, a cui parteciperà il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, interverranno esperti italiani ed internazionali, tra cui il Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti Leopoldo Freyre, e Fabrice Roussel, responsabile delle politica ambientale di Nantes, giudicata la “città più verde d’Europa” per il 2013. Il convegno si concluderà con l’assegnazione della Seconda Edizione del Premio RI.US.O., l’iniziativa per la rigenerazione urbana sostenibile dell’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili (ANCE), il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) e Legambiente. L’ultima giornata di  questo ciclo di incontri ci riporta alla politica e in particolare alle condizioni abilitanti perché sia veramente possibile “costruire il futuro” partendo dalle città. Parleranno al mattino del 18 ottobre

quindi di uno “Stato semplice” tra gli altri il Ministro per la PA e la semplificazione Gianpiero D’Alia e con il Presidente degli Ordini degli Ingegneri Armando Zambrano. Nel pomeriggio del 18 sarà la volta dello spinoso tema del riordino della governance locale, in un momento molto delicato in cui il disegno di legge governativo di riordino, con il suo bagaglio di novità per province, unioni di comuni e città metropolitane, è all’inizio del suo iter parlamentare. Ne discuteranno i sindaci dei principali Comuni italiani con il protagonista di questa politica, il Ministro Graziano Delrio. I Presidenti di Bologna Fiere Campagnoli e di FORUM PA Mochi Sismondi affiancheranno il Ministro Delrio concludendo il convegno e questo Forum e mettendone in evidenza i risultati, con uno sguardo al futuro.

Lesson & Workshop del Forum Saie Better Building & Smart Cities.

In successione cronologica con i General Meetings il ricco programma del Forum Saie Better Building & Smart Cities si arricchisce con le lessons & workshop, seminari di aggiornamento tecnico organizzati direttamente dal Comitato Scientifico del Forum Saie Better Building & Smart Cities. Si tratta di veri e propri Laboratori dell’innovazione destinati ai protagonisti che potranno iscriversi gratuitamente ma in numero limitato alle lezioni dei principali protagonisti dell’industria edilizia. Alle lezioni che si svolgeranno nelle sale realizzate all’interno della propria area di riferimento, e divisi appunto per aree tematiche, Saie Costruire Sostenibile, Saie Costruire Sicuro e Saie Progettare Innovativo, si affiancheranno le dimostrazioni pratiche delle innovazioni tecnologiche presentate in fiera dalle aziende e dai centri di ricerca, e dedicati all’aggiornamento pratico dei professionisti dell’edilizia in tre sale dedicate appositamente per questi eventi. Ogni incontro Prevede la key note di un esperto, 2/3 interventi di tecnici della materia, presentazioni di soluzioni del mercato e un dibattito finale.

I temi di discussione e di confronto tra i protagonisti dell’edilizia e i docenti universitari che compongono il Comitato Scientifico, coordinati dal professor Marco Savoia, spaziano tra gli argomenti più di interesse per i professionisti dell’edilizia. Dai nuovi strumenti per progettare in modo innovativo alle tecniche per la ricostruzione sicura efficiente e ecosostenibile degli edifici.

Fanno parte delle Lessons and Workshop del Forum Saie anche gli appuntamenti ospitati all’interno dell’area della regione Emilia Romagna che sotto il nome di “Ricostruiamo l’Emilia” si sostanziano in una serie di incontri in cui gli amministratori dei comuni colpiti dal sisma incontreranno le aziende e i professionisti per presentare i progetti d recupero e messa in sicurezza che riguardano il loro territorio e le opportunità per partecipare alla ricostruzione

Gli altri incontri delle 4 grandi aree tematiche di Saie, realizzato in collaborazione con le associazioni professionali e di categoria. Oltre all’area del Forum, Saie presenta un vasto programma di eventi, suddiviso in 4 aree tematiche: ‘Costruire sicuro’, ‘Costruire sostenibile’, ‘Progettare innovativo’ e ‘Cantiere’. In tutto, si tratta di oltre 50 eventi tra workshop, tavole rotonde, seminari e convegni sul tema dell’architettura, del cantiere, del costruire sicuro e sostenibile, dell’innovazione e del mercato, organizzati con altri soggetti partner di Saie (Consiglio Nazionale Ingegneri, Consiglio nazionale Geometri, Building Smart Italia, Isi, Agi, Formedil, Federbeton, Lignius), sul tema del cantiere, della sicurezza nella progettazione, del monitoraggio del territorio.

Scarica il programma dei General Meeting

Per scaricare il coupon per l’ingresso gratuito al Saie offerto dalla redazione clicca qui.

Copyright © - Riproduzione riservata
Saie 2013 lancia il Forum permanente “Better Building & Smart Cities” Architetto.info