Sentirsi a casa in attesa del volo | Architetto.info

Sentirsi a casa in attesa del volo

wpid-4699_almostathome.jpg
image_pdf

Le sale d’attesa business di certi aeroporti sono ambienti spesso accessoriati con ogni sorta di comfort e lusso, in un’atmosfera da “exclusive club” che ricercatamente privilegia la discrezione, secondo l’idea che chi ci deve passare del tempo, a volte molte ore, voglia rilassarsi o lavorare con concentrazione.

All’aeroporto di Vantaa, Helsinki, hanno concepito una lounge dallo spirito completamente differente, tradotto molto bene nel nome: “[email protected]”. Dato che spesso i lunghi trasbordi aerei riescono a scalfire la rigidità del più illustre manager, sorpreso a togliersi le scarpe o a mangiare un sandwich di soppiatto, i progettisti di [email protected] hanno creato uno spazio caldo e accogliente, dove le tradizionali poltrone d’attesa, concepite per garantire massima discrezione a chi lavora, convivono con un soggiorno vero e proprio, con tanto di libreria e riviste, computer a disposizione, divani e cuscini, un area gioco per i bambini e una sala da pranzo, insieme a una cucina, dall’aspetto domestico e familiare, che funziona a tutte le ore. Se un presunto “bon-ton” fa storcere un po’ il naso al manager in calzini e senza scarpe per stare più comodo, alla [email protected] il personale invita caldamente gli ospiti a rilassarsi, mettendo anche a disposizione comode ciabatte di lana. Chi vuole mettersi comodo su un divano, inoltre, può noleggiare un lenzuolo; mentre chi preferisce rinfrescarsi, può usare le docce. E cosa c’è di più “domestico” di un bel parquet di legno?

Comfort ai massimi livelli in una confezione lontana anni luce dalla freddezza di certe vip lounge, con un design di evidente influenza finlandese, nei materiali ma anche nell’atmosfera ricreata. A fornire l’arredamento è Artek, la casa che fu fondata negli anni Trenta da Alvar Aalto, parte del progetto di design sostenibile “2nd cycle”, per il riutilizzo di oggetti d’arredamento usati. Altri elementi sono stati prodotti dai designer residenti di Artek.

L’accesso è consentito a tutti i possessori di tessere di compagnie aeree; per gli altri passeggeri temporanei, al prezzo di 45 euro si può soggiornare fino a un massimo di tre ore.

V.R.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Sentirsi a casa in attesa del volo Architetto.info