Sleepbox: la scatola per il pisolino in aeroporto | Architetto.info

Sleepbox: la scatola per il pisolino in aeroporto

wpid-4607_.jpg
image_pdf

Era il 2009 quando lo studio russo Arch Group ha presentato il suo innovativo progetto, che è ora reale e funzionante nell’aeroporto Sheremetyevo di Mosca. 

Si tratta di Sleepbox, una minuscola stanza d’albergo per aeroporti, stazioni ferroviarie e altri luoghi pubblici di passaggio, dove schiacciare un pisolino, riposarsi e rilassarsi durante i momenti di attesa. 

Una scatola, come dice il nome, piccola ma dotata di ogni comfort e molto hi-tech, con deposito bagagli, cassetta di sicurezza, lampada a Led per la lettura, prese di corrente per ricaricare computer portatili e telefoni cellulari, connessione wi-fi e un tv con monitor touchscreen. 

Ogni Sleepbox può contenere al massimo tre posti letto e può essere affittato per 30 minuti fino a un massimo di qualche ora, l’ideale per prepararsi a un viaggio, magari in attesa di una coincidenza o per passare la notte quando non si è prenotato un hotel. L’igiene è, ovviamente, assicurata: coperte e lenzuola vengono cambiate in automatico da un sistema motorizzato. 

Il primo esemplare al mondo, quello realizzato per l’aeroporto di Mosca, ha una superficie di 4 metri quadri ed è in fibra di legno, ma i designer di Arch Group prevedono di costruire le future unità anche in metallo o vetroresina.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Sleepbox: la scatola per il pisolino in aeroporto Architetto.info