Solar Decathlon 2013: l'Austria sul podio | Architetto.info

Solar Decathlon 2013: l’Austria sul podio

wpid-4363_LISI.jpg
image_pdf

{GALLERY}

Il primo premio dell’edizione 2013 del Solar Decathlon, promosso dall’U.S. Department of Energy (DOE) è stato vinto dal team di studenti austriaci della Vienna University of Technology, per aver disegnato, costruito e reso operativa la casa ad energia solare più economica e efficiente dal punto di vista energetico.

Il progetto, chiamato “LISI, Living inspired by sustainable innovation”, ha dimensioni contenute, ma in sé racchiude una grande versatilità e capacità di adattamento a vari stili di vita e zone climatiche.

Questa è la prima volta che un’università austriaca partecipa alla competizione statunitense del Solar Decathlon. Il gruppo interdisciplinare di studenti dell’Università di Tecnologia di Vienna ha sviluppato nel corso degli ultimi tre semestri diversi concetti di interior design, layouts e sistemi di facciate fino a ottenere come risultato LISI, una casa munita anche di atrio, pensata per due individui, autoalimentata al 100% a energia solare.

Disegnata come un prefabbricato modulare, il suo assemblaggio e disassemblaggio è rapido. E’ composta da tre zone: un nucleo di servizio, un’area living e pati adiacenti, che possono essere inclusi all’interno della facciata flessibile. Una rampa, avvolta nella facciata di tessuto, conduce prima al patio nord e successivamente al living centrale di 60 m quadri, che può estendersi fino ai pati, aprendo le vetrate scorrevoli. La casa è dotata di servizi, camera da letto e un centro controllo di cui necessita una casa basata sulla smart energy. A seconda delle esigenze climatiche o sociali, LISI si serve di elementi tessili differenti per aprirsi o chiudersi all’area circostante.

L’energia supplementare generata dalla deriva da un sistema fotovoltaico montato sul tetto,mentre la fornitura di acqua calda e fredda, il riscaldamento e la refrigerazione dipendono da due pompe di calore ad acqua . La termoregolazione è gestita da una unità di climatizzazione, che si comporta come un vettore tra l’aria usata all’interno e l’aria esterna.

La sinergia tra elementi leggeri in legno, l’uso di materiali eco-friendly e energie rinnovabili, affiancati dal sistema di alimentazione della casa creano un modo di abitare sostenibile, accessibile e di alta qualità, adatto a diverse e esigenze climatiche.

Copyright © - Riproduzione riservata
Solar Decathlon 2013: l’Austria sul podio Architetto.info