A Made Expo c’è ARCHICAD 20, ultima release del software BIM Graphisoft, ora disponibile in Italia | Architetto.info

A Made Expo c’è ARCHICAD 20, ultima release del software BIM Graphisoft, ora disponibile in Italia

ARCHICAD 20 sarà il prodotto di punta di Graphisoft in occasione di Made Expo. Da settembre è disponibile completamente localizzato in italiano, con molte novità per consolidare la leadership di soluzione BIM

Graphisoft_Made_1
image_pdf

In occasione della propria partecipazione a Made Expo 2017, che si svolgerà al quartiere fieristico di Milano dall’8 all’11 di marzo, Graphisoft, azienda leader nel campo dello sviluppo di software BIM (Building Information Modeling) per progettisti e designer, potrà presentare tutti i vantaggi di ARCHICAD 20, l’ultima release del software BIM Graphisoft da qualche mese già disponibile in Italia.

Al Padiglione 10, Stand G08-G12, Graphisoft si presenterà con tutte le ultime novità di prodotto, i servizi di consulenza e nuovi spazi appositamente dedicati per accogliere i visitatori, informarli al meglio e far loro vivere al meglio l’incontro con il mondo ARCHICAD. Tutto all’insegna di una sola parola: BIM, il rivoluzionario approccio alla progettazione architettonica di cui Graphisoft  è l’indiscusso pioniere.

Obiettivo di Made Expo è offrire una visione multi-specializzata e globale sul mondo dell’architettura e delle costruzioni, dai materiali ai sistemi costruttivi, dalle finitura all’involucro, dai servizi alle soluzioni ai software per la progettazione assistita come ARCHICAD e i molti altri prodotti di casa Graphisoft .

ARCHICAD 20 è adesso completamente localizzato in italiano, con tutta una serie di novità per consolidare la leadership di soluzione BIM. Il software introduce un’ampia gamma di importanti miglioramenti funzionali che si focalizzano sulla “I” dell’acronimo BIM, incrementando il valore del software sia per gli utenti ARCHICAD che per tutti gli altri partecipanti al progetto.

Inoltre, la sua nuovissima, distintiva, interfaccia utente grafica “flat-design” lo configura come una soluzione unica rispetto agli ordinari strumenti BIM.

La “I” del BIM

Le informazioni sono la parte più preziosa del BIM e ARCHICAD 20 aiuta i progettisti a sfruttarle al meglio. Con ARCHICAD 20, infatti, è possibile memorizzare, visualizzare, condividere le informazioni nel BIM. ARCHICAD 20 consente agli utenti di usare il loro Building Information Model come luogo di deposito centrale di tutte le informazioni rilevanti. Essi possono facilmente memorizzare e mantenere le informazioni del progetto anche se non sono state create usando strumenti CAD o BIM, ma tramite fogli elettronici Excel.

ARCHICAD 20 sfrutta le informazioni ben strutturate con una modalità di visualizzazione informativa del progetto che permette delle incredibili efficienze durante la progettazione e la costruzione. ARCHICAD 20 consente di condividere geometria e dati con tecnologie all’avanguardia – ARCHICAD 20 è tra le prime applicazioni BIM che supportano completamente lo standard open-source IFC 4 – implementando e supportando flussi di lavoro OPEN BIM.

I nuovi Preferiti Grafici

I nuovi Preferiti Grafici di ARCHICAD 20 forniscono un eccellente feedback visivo sulle impostazioni degli elementi, salvate in precedenza, grazie alle miniature di anteprima colorate, 2D e 3D, automaticamente generate e disponibili per qualsiasi Strumento. ARCHICAD 20 consente quindi un feedback visivo istantaneo, un accesso veloce ed organizzato, elevata standardizzazione del progetto e visualizzazione del BIM, usando semplicemente il drag and drop l’accesso è ancora più facile.

Le voci dei Preferiti, insiemi di selezione, voci singole o multiple potranno essere esportate in diversi formati (binario o XML) per assicurare che ogni membro del team di progettazione usi gli stessi standard di modellazione utilizzati dal progetto o dello studio.

La visualizzazione del BIM

ARCHICAD 20 porta la visualizzazione del progetto ad un livello successivo aggiornando il Motore CineRender, di cui implementa l’ultima versione, e introducendo una più accurata gestione delle “forme-libere” (NURBS). Questo consente superfici ancor più realistiche, mentre i potenziamenti al rendering riducono i tempi di elaborazione ed implementano ombre di contatto estremamente realistiche.

Nella vista prospettica 3D, inoltre, gli utenti possono commutare alla prospettiva a 2 punti di fuga da qualsiasi posizione di telecamera; di conseguenza, tutti gli spigoli verticali 3D del modello diventano veramente verticali nella proiezione prospettica.

Ora con ARCHICAD 20 modelli con geometrie complesse creati in Rhino possono ora essere importati come oggetti nativi usando le loro definizioni NURBS (Non-Uniform Rational Basis Splines) “native”. È così possibile controllare meglio la rappresentazione di ogni oggetto individuale importato, a seconda del suo scopo nel modello.

Nuovo look per il BIM

L’interfaccia utente, completamente rinnovata, massimizza l’area di lavoro; le nuove icone, pulite e moderne, di strumenti e comandi appaiono perfettamente nitide; la navigazione tramite schede mantiene il “focus” dove si trova l’azione. La nuova interfaccia utente di ARCHICAD 20 è aggiornata, e professionale in linea con il lancio degli ultimi sistemi operativi Mac e Windows; l’area di lavoro, più pulita ed ampia, mostra solo le funzioni più largamente usate.

La navigazione basata sulle schede e le Opzioni Veloci, offrono praticamente a portata di mano ogni menu contestuale necessario, così che l’architetto possa rimanere concentrato sulla progettazione. Miglioramenti infine, anche per la visualizzazione a schermo intero: con l’introduzione degli schermi ad alta risoluzione (4K o retina), l’aspetto grafico degli elementi dell’interfaccia poteva apparire confuso e sfocato; questo problema è stato risolto, e in ARCHICAD 20 tutto appare nitido e definito.

Infine ARCHICAD 20 è disponibile in versione demo scaricabile nella pagina dedicata.

Le altre proposte e i servizi di Graphisoft a Made Expo 2017

I visitatori, inoltre, potranno approfondire la conoscenza con tutte le altre proposte e i servizi offerti dalla branch italiana di Graphisoft, come gli innovativi BIMCLOUD e BIMx. Proprio BIMx avrà nello stand una postazione dedicata: i visitatori avranno così la possibilità di provare la nuova funzionalità in BIMx che sfrutta la realtà aumentata, un modo “immerviso” di navigare in uno spazio 3D semplicemente ruotando la testa nella direzione desiderata grazie al visore Google Cardboard versione 2.0.

Le novità non mancano anche per quanto riguarda la presentazione dei software e l’esperienza per il visitatore. Oltre ai classici spazi di accoglienza e alle postazioni dedicate per le dimostrazioni e gli approfondimenti on-to-one, Graphisoft ha previsto due nuove salette a ingresso libero, una per le demo di ARCHICAD 20 (previste ogni ora a ciclo continuo), l’altra dedicata ad ospitare workshop e momenti di approfondimento su temi attuali di assoluto interesse per il mondo BIM. Particolarmente ricco e stimolante il programma dei workshop, che ogni giorno affronteranno i seguenti temi: la progettazione algoritmica e la “live connection” Rhino/Grasshopper/Archicad; la rappresentazione del modello con CINERENDER; la gestione delle informazioni del BIM; librerie e oggetti; il “BIM di squadra” con BIMCLOUD e BIMx.

Informazioni su Graphisoft

Graphisoft® ha dato il via alla rivoluzione BIM nel lontano 1984 con ARCHICAD®, il primo software BIM dell’industria pensato per gli architetti. Graphisoft continua a condurre l’industria con soluzioni innovative come il suo rivoluzionario BIMcloud®, il primo ambiente al mondo di collaborazione BIM in tempo reale; EcoDesigner™, la prima ed unica soluzione di progettazione “GREEN” integrata al BIM; e BIMx®, l’app mobile, leader del mercato, per la visualizzazione del BIM. Graphisoft è parte di Nemetschek Group.

Copyright © - Riproduzione riservata
A Made Expo c’è ARCHICAD 20, ultima release del software BIM Graphisoft, ora disponibile in Italia Architetto.info