Cersaie 2015: Oikos colore e materia per l’architettura, fra i protagonisti | Architetto.info

Cersaie 2015: Oikos colore e materia per l’architettura, fra i protagonisti

L’azienda ha presentato Oikos Green Design, sistema integrato innovativo e sostenibile per ambienti. In più ha firmato le superfici della mostra Cer-Stile e promosso l’iniziativa Energy=Food+Color²

Oikos_vibrazioni-vibrations
image_pdf

Il nodo concettuale attorno al quale si sviluppa il Salone Internazionale della Ceramica per l’architettura e dell’arredobagno, “Costruire, abitare, pensare”, trova piena corrispondenza nei valori fondanti di Oikos che fin dalla nascita è impegnata per costruire un futuro sostenibile, per abitare in ambienti belli e salubri, decorati senza solventi, e per pensare ogni giorno soluzioni innovative per migliorare l’ambiente e i luoghi del vivere.

Oikos, la cui etimologia deriva dalla parola greca oikos – casa ambiente in cui si vive -, ha voluto accogliere i visitatori del Cersaie 2015, concluso lo scorso 2 ottobre a Bologna, nella propria casa, (Pad.22 B46-B67) simbolo di ospitalità e condivisione delle esperienze, proponendo il progetto Oikos Green Design: un sistema integrato di soluzioni per trasformare superfici e tutti gli ambienti del vivere all’insegna di innovazione, sostenibilità e bellezza. Scegliere Oikos significa valorizzare al massimo il carattere espressivo delle superfici. I colori e le materie Oikos nascono dalle esigenze del committente e dalle richieste dei designer, sono al passo con i tempi e interpretano le nuove tendenze decorative  con stile ed eleganza.

Oikos_stratificazionistratifications

Senza mai dimenticare la qualità tecnica, l’estetica e la cura dei dettagli. Sempre nell’ottica di soddisfare il cliente, Oikos propone un progetto completo, dall’ideazione alla realizzazione grazie a un ampio ventaglio di prodotti: il trattamento, la decorazione e la protezione delle superfici. Frutto di un processo produttivo su larga scala in un’industria all’avanguardia, che può essere elaborata in soluzioni irripetibili ed uniche grazie alla mano dei maestri artigiani. L’approccio green di Oikos riporta l’attenzione sui materiali e sulle loro prestazioni. Progettare oggi significa fare i conti con il contesto circostante e con l’ambiente.

Oikos_riflessi-reflections

Oikos protagonista di Cer-Stile

Oikos colore e materia per l’architettura ecosostenibile è stato anche tra i protagonisti di Cer-Stile – Italian concept, la mostra curata da Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, che verrà realizzata in occasione del Cersaie 2015. All’interno dell’installazione, parte integrante del calendario del Salone Internazionale della ceramica per l’architettura e per l’arredo bagno, Oikos ha infatti firmato le superfici della mostra con colori e sorprendenti texture dalle forti potenzialità decorative e dalle alte prestazioni tecniche. Materiali innovativi che danno vita ad ambienti capaci di trasmettere soluzioni adattabili a tutti gli stili del vivere.

L’installazione, sviluppata su una superficie di 1.500 mq, rappresentava una sorta di viaggio ideale lungo la penisola tra montagne, mare, baite e arenili, luoghi reinterpretati attraverso progetti di riqualificazione che si fanno fattivi promotori di stili di vita e di utilizzi innovativi, re-inventandone le potenzialità abitative, commerciali e funzionali. Un atteggiamento condiviso e promosso anche da Oikos e che prevede una duplice lettura di ri-uso: riqualificazione e riutilizzo di materiali di scarto a cui dare una seconda vita. Le materie nascono dal recupero e riutilizzo dei residui e scarti delle lavorazioni della pietra, del marmo, del travertino e del proprio processo di produzione.

Oikos e Expo2015: l’iniziativa Energy=Food+Color²

Infine, in occasione della propria partecipazione a Cer-Stile, nell’ambito di Cersaie 2015, Oikos propone un innovativo progetto legato ad Expo 2015 e all’importante affluenza di operatori internazionali. Nelle giornate del 29 e 30 settembre, infatti luogo presso la mostra allestita al Pad. 30 di Bologna Fiere, ha avuto luogo l’iniziativa Energy=Food+Color² promossa e ideata da Oikos.

Dal tema di Expo 2015, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, Oikos propone uno studio cromatico del cibo, come elemento che sprigiona energia vitale, così come il colore. Energy=Food+Color² rappresenta un vero e proprio excursus delle tradizioni culinarie e dei prodotti IGP-DOP dell’Emilia-Romagna. In questo contesto sono stati accolti operatori provenienti da tutto il mondo, con un focus particolare sulle aree del Nordamerica ed Africa. Una riconferma del binomio internazionalizzazione e forte radicamento con il proprio territorio al quale Oikos è da sempre vocata.

L’azienda rappresenta uno dei migliori esempi di imprenditoria italiana che fonde tradizione, innovazione, ricerca scientifica ed estetica, impegno a favore dell’uomo e dell’ambiente per portare, nel mercato dell’architettura e del design, prodotti d’avanguardia ed ecosostenibili, frutto del recupero e riutilizzo degli scarti di lavorazioni, materie innovative in grado di riscrivere le superfici e dare nuova vita e personalità ai diversi ambienti dell’abitare. Oikos anche in occasione dell’importante settimana bolognese dedicata al design vuole essere azienda ispiratrice per “alimentare la mente a 360°”. Grazie al progetto Energy=Food+Color² l’azienda intende accelerare il processo di internazionalizzazione delle eccellenze del proprio territorio, attraverso l’incontro con operatori professionali qualificati, progettisti e designer.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito Oikos.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Cersaie 2015: Oikos colore e materia per l’architettura, fra i protagonisti Architetto.info