Copertura in zinco titanio per la Corte Verde di Cino Zucchi | Architetto.info

Copertura in zinco titanio per la Corte Verde di Cino Zucchi

wpid-4442_IMG.jpg
image_pdf

Lo studio Cino Zucchi Architetti ha scelto le opportunità dello zinco titanio VMZINC per la copertura degli edifici del complesso La Corte Verde nella zona di Porta Nuova a Milano, area che ha quasi completato la sua metamorfosi urbana.

Il complesso residenziale La Corte Verde rappresenta un tassello piccolo ma importante di questa trasformazione: la sua posizione lo rende, infatti, un elemento di transizione tra i nuovi volumi alti a nord e il tessuto urbano esistente a sud. La dimensione trasversale del lotto e la sua forma trapezoidale hanno reso difficile, per i progettisti, il ripristino di un’edificazione a cortina lungo tutto il perimetro.

Si è quindi scelto di collocare i volumi edilizi sul lato est, affacciato sull’ampia e verde via Viganò, mentre il lato ovest su via Rosales è definito da un basso muro che delimita il giardino e da una tettoia che protegge l’ingresso carrabile ai parcheggi sotterranei e la loro scala di accesso. Due altri volumi edilizi progettati da CZA completeranno il margine sud dell’area, dando vita a un isolato “poroso” costituito da edifici di diversa altezza e raccolto intorno al grande giardino centrale. Un’inflessione planimetrica del volume più alto a nord raccorda via Viganò con la scalinata che dà accesso alla nuova piazza circolare abbracciata dal complesso edilizio dell’Unicredit; il volume più basso a sud dialoga con le case esistenti sull’altro lato di via Viganò, delle quali riprende altezza e allineamento sulla strada.

L’ingresso al nuovo complesso residenziale avviene secondo una doppia modalità: due androni su via Viganò creano lunghe viste dalla strada verso il giardino e danno accesso ai grandi atri vetrati e ai blocchi della circolazione verticale; una guardiola sull’angolo nord-ovest si protende dal volume edilizio principale abbracciando il giardino e creando un percorso coperto che lo borda.

Il due lati dell’edificio La Corte Verde presentano caratteri architettonici fortemente differenziati in relazione agli ambienti interni e alla posizione nella città e all’orientamento solare. Il fronte est su via Viganò, sul quale si trovano le camere da letto, i blocchi scala e i bagni, è caratterizzato da un profilo mistilineo in pianta che alterna estroflessioni nella forma del “bow-window” e alte pile di finestre a tutta altezza; il lato ovest, dove le zone di soggiorno danno su grandi terrazzi continui, crea un lungo diaframma dall’andamento spezzato affacciato verso il giardino. Ai piani alti, il profilo gradonato verso l’interno crea grandi giardini pensili sui quali affacciano appartamenti a doppia altezza.

I diversi materiali e le tessiture delle facciate – intonaco, pietra indiana in due diverse finiture alternate tra loro, basamento in porfido a lastre, serramenti in legno e in metallo verniciato, lamiere di rame naturale traforato, parapetti in acciaio verniciato e vetro sabbiato – sono unificati da una palette cromatica nei toni del color argilla che, insieme al profilo aggettante del tetto a una sola falda, pone in relazione l’edificio con il contesto della città storica, pur senza alcuna citazione diretta dei suoi caratteri stilistici. In questo senso, il nuovo edificio, più che mimare il linguaggio della città esistente, ne costituisce una rilettura “astratta” che crea una transizione efficace tra il nuovo complesso di Porta Nuova e il tessuto edilizio intorno a corso Como.

Le coperture

Le coperture a falda unica degli edifici si caratterizzano per la finitura PIGMENTO rosso terra delle lastre in zinco titanio VMZINC, posate, previa profilatura, con la tecnica della doppia aggraffatura, attraverso apposite clip di fissaggio in acciaio inox fornite da VMZINC.

La stratigrafia è composta dalla struttura di travi in acciaio che sorreggono una lamiera grecata, sempre in acciaio, integrata con getto collaborante di calcestruzzo sul quale è stato posto uno strato di barriera al vapore. A completare la copertura, una doppia orditura di listelli di legno fra i quali sono stati fissati materassini isolanti in lana di vetro e su cui è stato collocato un assito a base della finitura in lastre di zinco titanio VMZINC.

Le lastre in zinco titanio sono estremamente duttili, perfette quindi per interventi su ogni tipo di copertura e, inoltre, garantiscono rapidità nei tempi di esecuzione. “Lo zinco e le forme derivate dal suo uso – spiega l’architetto Cino Zucchi – appartengono al nostro inconscio collettivo: cosa sarebbero la Bohème o gli Aristogatti senza le mansarde rivestite in zinco di Parigi, il cui centro visto da Google Earth appare come una grande topografia grigia scavata dai canyon delle strade? Oggi questi colori e queste forme non solo si presentano a noi come soluzioni collaudate e affidabili, ma si aprono a nuove possibilità espressive grazie a nuove tecniche produttive. All’interno dell’ampia palette cromatica delle ossidazioni creata da VMZINC, dai colori pastosi e naturali, abbiamo scelto una tonalità calda che si fonde perfettamente con le pietre della facciata e con le cromie del contesto di corso Como”.

Il PIGMENTO rosso terra fa parte della gamma dei prepatinati VMZINC. Questa finitura è prodotta a partire da un substrato di QUARTZ-ZINC al quale vengono aggiunti dei pigmenti minerali. Nasce così un aspetto superficiale colorato che preserva la trama naturale dello zinco prepatinato e possiede qualità anti-corrosive senza pari. “Lo zinco – afferma l’ingegner Giulio Paoli, direttore generale di Umicore Building Products Italia – è un materiale morbido e vivo, caratteristica molto apprezzata dagli architetti. Si presta facilmente alla lavorazione e alla piegatura, rivestendo in modo armonioso le forme e le strutture di un edificio. Siamo fieri che il materiale che rappresentiamo sia scelto e utilizzato anche in realizzazioni di pregio come questa”.

Scheda progetto

La Corte Verde di Corso Como, edificio residenziale a Porta Nuova

Committente Hines

Localizzazione via Rosales 8, Milano

Progetto Cino Zucchi Architetti

Cronologia 2006-2013

Installatore Artur Cekrezi

Copyright © - Riproduzione riservata
Copertura in zinco titanio per la Corte Verde di Cino Zucchi Architetto.info