Dal cemento biodinamico nascono gioielli | Architetto.info

Dal cemento biodinamico nascono gioielli

Il bianco cemento biodinamico i.active di Palazzo Italia diventa un gioiello con le creazioni di Eleonora Ghilardi presentate a Homi, Salone di lifestyle appena concluso a Milano

Un gioiello di Eleonora Ghilardi, realizzato ocn cemento biodinamico i.active
Un gioiello di Eleonora Ghilardi, realizzato ocn cemento biodinamico i.active
image_pdf

Strano connubio quello tra cemento biodinamico i.active, creato nei laboratori Italcementi e utilizzato per realizzare Palazzo Italia per Expo 2015, e i gioielli. Strano, ma vero. Infatti la designer bergamasca Eleonora Ghilardi ha presentato una nuova collezione di gioielli realizzata proprio con i.active Byodinamic.

Il cemento biodinamico, messo a punto da Italcementi per la pelle esterna di Palazzo Italia a Expo 2015, viene trasformato dalla creatività della designer  in una nuova linea di gioielli che è stata presentata a Homi, il Salone di lifestyle tenutasi a Milano-Rho dal 27 al 30 gennaio scorsi.

La nuova collezione si chiama Oceania Tasman Sea e comprende pendenti, orecchini e spille. Il cemento biodinamico è miscelato con resine, frammenti di corallo e conchiglie provenienti dalla Nuova Zelanda. Il bianco candido e lucente, che ha caratterizzato Palazzo Italia, è la peculiarità e il pregio estetico dei gioielli.

Eleonora Ghilardi, bergamasca d’origine, e con un atelier a Lodi e clienti sparsi in tutta Europa ha scelto il cemento biodinamico anche in virtù delle sue innovative caratteristiche. La componente “bio” è data dalle proprietà fotocatalitiche del nuovo cemento, ottenute grazie al principio attivo TX Active brevettato da Italcementi. A contatto con la luce del sole, il principio attivo presente nel materiale consente di “catturare” alcuni inquinanti presenti nell’aria, trasformandoli in sali inerti e contribuendo così a liberare l’atmosfera dallo smog.

La malta, inoltre, prevede l’utilizzo per l’80% di aggregati riciclati, in parte provenienti dagli sfridi di lavorazione del marmo di Carrara, che conferiscono una brillanza superiore ai cementi bianchi tradizionali. La “dinamicità” è invece una caratteristica propria del nuovo materiale, che presenta una fluidità tale da consentire la realizzazione di forme complesse come quelle che hanno caratterizzato i pannelli di Palazzo Italia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Dal cemento biodinamico nascono gioielli Architetto.info