Klimahouse 2017: i rivestimenti a cappotto ad alte prestazioni secondo Rockwool | Architetto.info

Klimahouse 2017: i rivestimenti a cappotto ad alte prestazioni secondo Rockwool

Rockwool Italia ha colto l’occasione per presentare a Klimahouse una nuova pubblicazione, realizzata in collaborazione con il Politecnico di Milano

Il Prof. Angelo Lucchini
Il Prof. Angelo Lucchini
image_pdf

In occasione di Klimahouse, evento di riferimento per la sostenibilità in edilizia appena conclusosi a Fiera Bolzano, Rockwool Italia si è avvalsa della presenza del Prof. Angelo Lucchini per presentare l’ultima pubblicazione del manuale tecnico dal titolo Rivestimenti a cappotto ad alte prestazioni. Teoria e soluzioni (disponibile per il download alla fine di questo articolo)

Prosegue la collaborazione tra Rockwool Italia e le istituzioni di ricerca universitarie, con le quali da tempo si è instaurato un rapporto di proficua collaborazione per approfondire, sul piano teorico ma anche squisitamente tecnico, alcuni temi di particolare interesse per i professionisti del settore. Alle precedenti pubblicazioni dedicate alle coperture ad elevate prestazioni, alle facciate ventilate e alle costruzioni in legno, si aggiunge oggi un nuovo manuale tecnico, rivolto questa volta ai rivestimenti a cappotto ad alte prestazioni, realizzato in collaborazione con il Dipartimento ABC (Architecture, Built Environment and Construction Technology) del Politecnico di Milano coordinato dal prof. Angelo Lucchini.

Il Prof. Lucchini, curatore insieme a Enrico Sergio Mazzucchelli e Alberto Stefanazzi del volume, ha iniziato spiegando come è nata la pubblicazione.

Perché una nuova pubblicazione su questo tema?

Il settore delle costruzioni ha assistito in epoca recente ad una serie di importanti cambiamenti in termini di richiesta di prestazioni, materiali e stratigrafie che si utilizzano nella realizzazione dell’involucro opaco. Tutto ciò ha modificato in modo significativo anche la teoria e la pratica dell’isolamento termico da applicare in esterno alle chiusure verticali degli edifici. Il volume “Rivestimenti a cappotto ad alte prestazioni. Teoria e soluzioni” si pone quindi l’obiettivo di presentare in modo semplice, ma comunque completo e rigoroso, la teoria e la pratica degli odierni sistemi di rivestimento a cappotto ad alta efficienza. Un volume frutto della sinergia tra la ricerca universitaria e l’esperienza concreta di Rockwool Italia, che attinge dall’ampio e affermato know-how di entrambe per proporsi come strumento di supporto per tecnici e progettisti.

Dalle origini all’evoluzione del cappotto

Dopo un excursus sulla storia del rivestimento a cappotto, che discende dalle prime soluzioni di isolamento termico applicato in facciata, risalenti alla fine degli anni Settanta e dopo aver presentato il mutato contesto normativo, il volume si sofferma ad analizzare in dettaglio tutti gli aspetti tecnici di cui è fondamentale tener conto nella realizzazione di un cappotto. Tra questi i requisiti tecnici e prestazionali, ma anche le specificità di alcune delle soluzioni oggi disponibili: dal supporto tradizionale in laterizio al supporto in legno. La sempre maggior diffusione di costruzioni in legno, ha in effetti indotto la necessità di studiare sistemi di isolamento a cappotto studiati nel dettaglio anche per questo tipo di applicazione.

La pubblicazione prende in esame tutti i componenti del sistema a cappotto, le tipologie, le caratteristiche e le modalità di posa, offre indicazioni su come effettuare la progettazione e la realizzazione di un cappotto, a seconda delle necessità progettuali dei singoli interventi, tenendo conto della varietà di configurazioni possibili, sia nelle nuove costruzioni che negli interventi di ristrutturazione.

Manuale_crockwool_appotto_alta

Particolarmente interessante anche il capitolo dedicato agli accorgimenti da adottare per la realizzazione di un cappotto a regola d’arte, con le strategie d’intervento, gli errori tipici da evitare e i controlli in opera e finali da eseguire.

Completa la pubblicazione la parte finale che contiene quattro schede su diversi casi applicativi di rivestimento a cappotto:

1) Su edificio di nuova realizzazione con paramento murario di tipo tradizionale

2) Su edificio esistente con muratura a cassetta tipica degli anni Settanta

3) Su edificio di nuova realizzazione con struttura in CLT (Cross Laminated Timber)

4) Su edificio di nuova realizzazione con struttura intelaiata in legno (Timber Frame)

Una sezione utile da seguire, perché contiene, step by step, tutti i dettagli tecnici e i consigli per realizzare un sistema di isolamento termico a cappotto adottando le tecnologie più evolute, a seconda delle necessità dei singoli casi di applicazione.

La RED gallery in mostra a Klimahouse 2017

Nello stand di Rockwool Italia si sono messe in mostra le realizzazioni creative REDArt® e REDAir®.

Rosso è il colore del brand, ma é anche il denominatore comune delle soluzioni innovative per facciate che l’azienda Rockwool ha recentemente introdotto sul mercato con molti frutti tangibili.

Proprio per sottolineare la versatilità estetica che arricchisce e completa le performance elevate di queste soluzioni, a Klimahouse si è messa in mostra una selezione di realizzazioni possibili, sia ispirandosi a casi reali che prendono spunto dalla fantasia, elemento chiave per ogni progetto architettonico.

Nello stand spiccavano, con colori vivaci e accesi, quasi fossero pennellate riprese da una tavolozza multicolore, le immagini di complessi residenziali, case monofamiliari, strutture commerciali ed edifici scolastici. Esempi di un perfetto connubio tra funzionalità ed estetica combinate ad arte,  case-history che cominciano ad affermarsi in modo autorevole su un mercato sempre più ricettivo nei confronti di due soluzioni Rockwool particolarmente performanti: il sistema di isolamento termico a cappotto REDArt e la soluzione per facciate ventilate REDAir.

Il cuore dello stand era rappresentato da un albero, simbolo di un’architettura ecosostenibile ed attenta alle esigenze di uomo e natura, interamente realizzato con i pannelli di rivestimento Rockpanel, fiore all’occhiello della soluzione REDAir. 5 diverse sfumature della gamma Brilliant (da un caldo arancio al verde acceso) sono state selezionate per creare una chioma vivace e variopinta, arricchita dai giochi di luce che caratterizzano questa tipologia di pannelli. Un’armonica alternanza di forme e colori per un albero pronto ad accogliere sotto le sue fronde e stupire i visitatori dello stand.

REDArt: per realizzare cappotti ad arte

REDArt è un sistema completo e performante sia sul piano tecnico che estetico, grazie al suo caratteristico tocco “Art” espresso negli oltre 200 colori e differenti granulometrie, che si prestano alla massima libertà creativa nella realizzazione di cappotti in facciata. La peculiarità di REDArt consiste proprio nel riunire in un unico sistema performance tecniche e attenzione all’aspetto estetico. Si tratta infatti di un sistema completo che comprende, in un’unica soluzione, tutti i componenti necessari alla realizzazione del cappotto: oltre al pannello in lana di roccia Frontrock Max Plus, il pacchetto REDArt offre anche collante, fissaggi meccanici,  rasante e finitura, oltre agli accessori necessari per completarne l’installazione.

L’utilizzo del pannello Rockwool Frontrock Max Plus consente di creare i presupposti ideali per realizzare un cappotto termico efficace e performante: la lana di roccia contribuisce infatti a contenere la dispersione termica, a ridurre i consumi e a ottenere sensibili vantaggi in termini di comfort abitativo ottimale sia in inverno che in estate, oltre a garantire traspirabilità della facciata, protezione dell’edificio dal fuoco, durabilità ed ecosostenibilità.

Come mostrato in uno dei simulacri della RED Gallery, il sistema REDArt viene ormai utilizzato anche per la realizzazione di cappotti su edifici in legno.  E’ infatti disponibile una versione specifica di REDArt per strutture in legno che prevede, oltre al pannello isolante in lana di roccia, anche tasselli e colle specifiche per questo tipo di supporto. 

Rockwool REDAir® per l’isolamento e il rivestimento di facciate ventilate

Per la realizzazione di facciate ventilate di particolare impatto visivo e architettonico, Rockwool propone invece REDAir. In un’unica soluzione, anche in questo caso, vengono combinate le elevate prestazioni isolanti dei pannelli in lana di roccia Rockwool con la versatilità estetica. Il pannello in lana di roccia Rockwool, l’elemento costitutivo isolante della soluzione, viene abbinato al pannello di finitura Rockpanel, che offre un’ampia gamma di configurazioni estetiche. REDAir si presenta così come una soluzione che lascia davvero grande spazio alla creatività espressiva, perché consente di soddisfare tutte le esigenze progettuali di facciata, grazie al ricco ventaglio di finiture estetiche e alle  innumerevoli configurazioni possibili. I pannelli di rivestimento Rockpanel proposti con REDAir possono infatti  essere lavorati, decorati e montati in modo planare o curvo e sono disponibili ben 7 diverse gamme di finitura: dall’effetto legno o metallico alle brillanti sfumature di colore. Inoltre, per valorizzare ulteriormente l’impatto estetico, è possibile aggiungere un rivestimento in velo minerale sui retrostanti pannelli isolanti Rockwool.

REDAir si può adattare a qualsiasi tipologia di supporto, sia nelle nuove costruzioni che nelle ristrutturazioni ed è particolarmente indicato soprattutto per la realizzazione di edifici con una marcata valenza estetica: hotel, edifici commerciali, edifici plurifamiliari, strutture sanitarie, scuole. Quanto mostrato nella REDGallery all’interno dello stand è solo un primo” assaggio”.

Per maggiori informazioni sui prodotti e le soluzioni Rockwool, consulta il sito.

Scarica il volume Rivestimenti a cappotto ad alte prestazioni. Teoria e soluzioni, disponibile in Pdf qui sotto.

Copyright © - Riproduzione riservata
Klimahouse 2017: i rivestimenti a cappotto ad alte prestazioni secondo Rockwool Architetto.info