L'isolamento per l'edilizia diventa green, con Isolconfort | Architetto.info

L’isolamento per l’edilizia diventa green, con Isolconfort

I pannelli isolanti Eco-Espanso 100 e Eco-Por G031 di Isolconfort hanno ottenuto la Certificazione ambientale di prodotto EPD. Il percorso ecocompatibile dell'azienda si conferma anche con il lancio del sito web Green Building Insulation

wpid-4575_Sezionecasaconisolamento.jpg
image_pdf

Isolconfort, azienda leader di isolanti per l’edilizia,  crea prodotti, non solo tecnologicamente avanzati, ma anche rispettosi dell’ambiente. Propone soluzioni passive (cioè senza ulteriori dispendi di materiali ed energie), valide ed economiche, per raggiungere le condizioni ideali di comfort abitativo, migliorando l’efficacia dell’isolamento termoacustico degli edifici.

Perché Isolconfort ha scelto di diventare green?

Ecomostro è una parola inventata da Legambiente che indica efficacemente l’incompatibilità dell’edificio con l’ambiente. Oltre alle situazioni di abusivismo, tra i diversi parametri che concorrono alla definizione di ecomostro, in primo piano si presenta la capacità inquinante degli impianti installati per climatizzare l’edificio. La maggior parte del patrimonio edilizio esistente soffre di questa “patologia” grave e l’inquinamento ambientale denunciato nei centri a forte urbanizzazione dipende dalle emissioni nocive degli impianti. Un’abitazione di 80 mq mediamente consuma, in 12 mesi, 20 m3/m2 di combustibile, con un costo medio di 1.550 euro,  immettendo in atmosfera 3,6 ton. di CO2, il doppio di quelle che produce un SUV (acronimo di Sport Utility Vehicle) che circola in città percorrendo 10.000 km all’anno.

Come è possibile intervenire e quali possono essere i correttivi da utilizzare?

La sostituzione degli impianti obsoleti con altri a basso consumo ed ecologici rappresenta solo una parte della soluzione. È evidente che quando l’edificio non sia correttamente isolato, anche l’impianto più performante dovrà funzionare in modo intensivo.

I recenti input progettuali, finalizzati al risparmio energetico e al contenimento dei consumi, indicano l’isolamento dell’involucro come elemento essenziale, tanto nei nuovi progetti che nelle riqualificazioni edili. In condizioni di involucro isolato a regola d’arte (con un cappotto ben formulato, ad esempio), gli impianti entreranno in attività solo in situazioni di picco termico (freddo estremo, caldo estremo) con conseguente risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento.

La riqualificazione energetica consente, quindi, non solo di salvaguardare l’ambiente ma anche di risparmiare sulle bollette di riscaldamento e di incrementare il valore delle singole abitazioni. Il prescrittore, architetto e general contract, che individui Isolconfort come fornitore, avrà la garanzia di utilizzare prodotti con Eps Green, un materiale ecologico e sicuro, perché l’Eps non contiene né emette composti dannosi per  la fascia di ozono quali Cfc o Hcfc; saprà di favorire l’impiego di materiali e manufatti di cui sia possibile il riutilizzo anche al termine del ciclo di vita dell’edificio e la cui produzione comporti un basso dispendio energetico. Infine, il prescrittore sceglierà tecnologie applicate per il ciclo produttivo che risultano sostenibili sotto il profilo ambientale, economico ed energetico. Isolconfort ha interpretato l’eco compatibilità come responsabilità sociale, tanto da aver dedicato al concept green il sito www.greenbuildinginsulation.it.

Quali sono i parametri che consentono di definire green i prodotti  Isolconfort?

I sistemi Isolanti Isolconfort risultano eco compatibili in relazione ai seguenti indicatori:

– Gross Energy Requirements (GER): indicatore del consumo energetico totale nel ciclo di vita (MJ/Kg).

– Global Warming Potential (GWP): impatto ambientale per tutto il ciclo di vita del prodotto. È espresso come CO2 equivalente.

– Water Footprint: quantità di acqua necessaria per ottenere il prodotto.

I prodotti Eco-Espanso 100 e Eco-Por G031 dichiarano:

GER = 1600, GWP =65,19 e Water Footprint = 199, valori che indicano prestazioni migliori rispetto a quelle dell’EPS, dell’estruso XPS, del Poliuretano (PU) della lana di roccia e del sughero.

Una conferma in più: la certificazione ambientale di prodotto EPD

Due pannelli prodotti da Isolconfort hanno ottenuto la Certificazione ambientale di prodotto EPD, a ulteriore conferma del percorso green che l’azienda ha intrapreso. La Dichiarazione ambientale di prodotto (EPD) è un documento che descrive gli impatti ambientali legati alla produzione di una specifica quantità di prodotto: per esempio consumi energetici e di materie prime, produzione di rifiuti, emissioni in atmosfera e scarichi nei corpi idrici. La Dichiarazione, predisposta su base volontaria sull’intero ciclo di vita del prodotto (dalle materie prime fino allo smaltimento finale) è redatta secondo le linee guida delle norme UNI EN ISO 14020 e le regole specifiche per la categoria di prodotto (Product Category Rules). I contenuti della Dichiarazione vengono analizzati e verificati da un ente terzo indipendente che ne attesta la veridicità. La Dichiarazione convalidata viene resa pubblica attraverso un apposito sito internet (www.environdec.com) che consente all’utilizzatore finale di confrontare le caratteristiche ambientali di prodotti simili o alternativi.

Pannello Eco-Espanso 100 di Isolconfort

Pannello Eco-Por G031 di Isolconfort realizzato con Neopor

Le risposte di Isolconfort

Isolconfort è attenta al rispetto dell’ambiente. Per questo, propone soluzioni e materiali a basso impatto ambientale. Da una valutazione diretta sugli impianti produttivi dell’LCA (LIfe Cycle Assessment) effettuata nel 2014 da un qualificato Studio specializzato nel settore (LC Engineering), è risultato che il polistirene espanso è il materiale termoisolante che – a parità di prestazioni – ha l’ LCA, cioè la qualità complessiva di carichi energetici e ambientali, relativi sia al prodotto che ai processi, almeno pari agli altri materiali termoisolanti, sia di origine polimerica, che fibrosa o naturale.

Isolconfort possiede la certificazione CE, il marchio a garanzia di conformità del manufatto accompagnato da dichiarazione di prestazione come previsto dal nuovo regolamento europeo 305/2011.

Isolconfort dichiara il marchio IIP, il certificato volontario di valutazione di conformità di prodotto alla normativa di settore UNI EN 13163 con estensione ETCIS EN 13499.

Isolconfort ha come punto di forza una struttura commerciale e produttiva dislocata su più stabilimenti, che copre facilmente l’intera area geografica del Nord Italia, rendendo un servizio ottimale, dalla logistica fino alla capillarità nelle consegne.

Isolconfort è socia del Green Building Council perché i propri prodotti sono riconosciuti per le ottime proprietà a basso impatto ambientale.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’isolamento per l’edilizia diventa green, con Isolconfort Architetto.info