Neopor di Basf: Eps con grafite per l'isolamento termico di qualita' | Architetto.info

Neopor di Basf: Eps con grafite per l’isolamento termico di qualita’

wpid-4324_DNeopor.jpg
image_pdf

Neopor di Basf, il grigio originale, è il polistirene espandibile di ultima generazione in grado di offrire elevate prestazioni isolanti grazie alle particelle di grafite presenti al suo interno. Infatti, i prodotti isolanti in Neopor rappresentano la soluzione ideale per ridurre le perdite di calore attraverso pareti, solai e coperture dell’edificio. Sono inoltre efficaci per tutti gli impieghi in cui è necessario intervenire con isolanti di spessore limitato, sia che si tratti di nuove costruzioni che ristrutturazioni di edifici esistenti. Neopor offre la possibilità di isolare con un unico materiale tutte le zone critiche utilizzando lastre di spessore più sottile rispetto a un Eps tradizionale, mantenendo prestazioni isolanti superiori.

Queste caratteristiche sono dovute alle particelle di grafite incapsulate nella matrice solida della materia prima, che assorbono e riflettono gli infrarossi, neutralizzando il fenomeno dell’irraggiamento del calore che aumenta la conducibilità termica dei materiali. Grazie alla grafite, quindi, la capacità isolante del Neopor supera del 15% le prestazioni del tradizionale Eps.

Tutti i produttori di materiali isolanti che utilizzano Neopor, hanno la garanzia di proporre al mercato un prodotto di qualità e dalle performance superiori rispetto ai tradizionali Eps. Acquistare sul mercato prodotti a marchio Neopor significa qualità garantita di un prodotto specifico per il massimo comfort abitativo.

Neopor di Basf è un prodotto a basso impatto ambientale che rispetta i più alti standard qualitativi, garantendo un considerevole vantaggio anche per l’ambiente. Il considerevole risparmio nell’utilizzo di materia prima, consente un’ottimizzazione delle risorse, un isolamento ottimale e la riduzione delle emissioni di CO2, contribuendo in modo determinante alla salvaguardia del clima. I materiali in Neopor rispettano l’ambiente: non contengono Cfc, Hcfc, Hfc o altri gas alogenati, bensì solamente aria all’interno delle proprie celle e garantiscono così la stabilità delle prestazioni isolanti nel tempo.

Neopor di Basf è ideale per l’isolamento a cappotto

Fra le molte possibili applicazioni, le lastre in Neopor di Basf sono la soluzione ideale per la realizzazione di sistemi di isolamento a cappotto (Etics, External thermal insulation composite systems), che rappresentano una soluzione particolarmente adatta ed efficace, anche economicamente, per l’isolamento termico di nuovi edifici e negli interventi di ristrutturazione. Il cappotto, infatti, protegge efficacemente le strutture portanti dell’involucro edilizio e le pareti esterne dalle sollecitazioni termiche e, allo stesso tempo, fornisce all’edificio un’adeguata protezione dagli agenti atmosferici. Il cappotto in Neopor è un sistema di isolamento termico ottimale sia in inverno che in estate, perché protegge l’edificio sia dal caldo che dal freddo, garantendo sempre e in ogni stagione il massimo comfort abitativo oltre a una sensibile riduzione dei consumi e dei costi energetici.

I sistemi di isolamento a cappotto realizzati con le lastre grigie in Neopordi Basf rappresentano quindi una soluzione di indiscussa eccellenza per migliorare l’isolamento termico e il benessere abitativo di ogni edificio. Per questa ragione i pannelli isolanti in Neopor risultano essere le lastre in EPS più utilizzate in Europa per l’isolamento delle facciate: più di dieci milioni di metri quadrati all’anno testimoniamo il successo di un prodotto di elevata qualità.

Copyright © - Riproduzione riservata
Neopor di Basf: Eps con grafite per l’isolamento termico di qualita’ Architetto.info