Vetreria Re: il parapetto c'è ma non si vede | Architetto.info

Vetreria Re: il parapetto c'è ma non si vede

wpid-3835_vetreriare.jpg
image_pdf

Sembra di affacciarsi sul vuoto, ma in realtà una lastra trasparente di vetro garantisce sicurezza e stabilità. È questa l’ultima tendenza in architettura per le costruzioni di pregio: sostituire i parapetti in ferro con elementi invisibili.
«La sicurezza resta invariata, ma dal punto di vista estetico l’effetto è davvero notevole. Sono sempre di più gli architetti che scelgono questa soluzione sia per nuove costruzioni sia per le ristrutturazione». Lo afferma Dario Re, titolare della Vetreria Re, azienda di Nerviano specialista in soluzioni che richiedono alta competenza tecnologica unita ad abilità artigianali.
«A livello tecnico, è richiesta un’abilità considerevole per realizzare questo tipo di interventi. In viale Premuda a Milano abbiamo realizzato un intervento di questo tipo. L’impresa Pessina, progettista dell’intervento di ristrutturazione, ha voluto inserire degli elementi in vetro sia nell’atrio di ingresso, per realizzare un ambiente elegante, sia all’esterno, al posto delle inferriate sui balconi. Si è trattato di un lavoro molto impegnativo: l’obiettivo era far sì che il vetro sembrasse sospeso, cercando di ridurre al minimo gli ingombri dei supporti, garantendo allo stesso tempo sicurezza e solidità». Il team della Vetreria Re
In questo lavoro abbiamo utilizzato lastre di vetro piane e curve. Si tratta di vetro stratificato e temperato, accostati uno all’altro, completi di sistemi fissaggio vetro-muro per l’ancoraggio.

Vetreria Re. Nata nel 1989, l’azienda è leader nell’arte vetraria ed è entrata a pieno titolo tra le aziende operanti nel “settore del lusso”, in grado di seguire tutte le fasi di lavorazione. Ha collaborato con aziende e professionisti di primo piano operanti nel settore del mobile, della meccanica e della progettazione che le hanno consentito di proporsi al mercato con soluzioni “chiavi in mano”, occupandosi direttamente di tutti gli aspetti che riguardano sia il prodotto per interni sia per esterni. Tra i clienti: Emporio Armani, Martini, Hugo Boss, Mariella Rosati, Tod’s, Hermès e Dolce&Gabbana. {GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Vetreria Re: il parapetto c'è ma non si vede Architetto.info