Tempo e design, da Milano a Pechino | Architetto.info

Tempo e design, da Milano a Pechino

wpid-4334_pechino.jpg
image_pdf

Il Cafa Art Museum di Pechino ospita fino al 10 aprile 2013 una nuova edizione di O’Clock. time design, design time, a cura di Silvana Annicchiarico e Jan van Rossem. Realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Pechino, l’esposizione fa seguito al successo ottenuto presso Triennale Museum a Milano.

Se l’arte figurativa, il cinema e la fotografia hanno sviluppato una lunga e approfondita riflessione sul tema del tempo, il design si è spesso invece limitato a trattare questo argomento rinchiudendolo entro le categorie della precisione, della misurabilità, della funzionalità. Eppure i rapporti fra tempo e design sono molto più complessi e tali da aprire prospettive sorprendenti sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale.

Rispetto all’allestimento di Milano, la mostra a Pechino presenta una selezione di opere ampliata e aggiornata, che tiene conto della nuova progettualità cinese emergente e già affermata. Un’ampia rassegna di inedite opere site-specific, installazioni, oggetti di design, opere d’arte, video di artisti e designer internazionali cercano di rispondere a domande come: “In che modo misurare il tempo?”,

“Come mostrare il tempo che passa?”, “Come vivere in modo esperienziale il tempo?”. Tutti i lavori esposti affrontano temi come il passare del tempo, il tempo in divenire, la deperibilità, in modo talvolta ironico, talvolta poetico, talvolta meditativo e critico.

Traendo ispirazione dal concept della mostra, verrà presentata un’installazione inedita a cura di Patricia Urquiola e dedicata al design degli orologi del marchio Officine Panerai, partner del progetto.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Tempo e design, da Milano a Pechino Architetto.info