TEX-PERIENCE | Architetto.info

TEX-PERIENCE

wpid-4207_tessuto.jpg
image_pdf

La bionica è solo in parte il punto di partenza per una riflessione sui tessuti ad alto gradiente tecnologico. Da un lato, le scienze biologiche attribuiscano ampi studi sul tegumento come fattore di protezione degli esseri viventi dalle condizioni ambientali. Non ci deve stupire che un filone del design si occupa delle possibili applicazioni in relazione al nostro corpo in termini di conservazione termica, traspirazione, asetticità, predisposizione all’apparecchiatura digitale e resistenza agli agenti esterni. In questo vasto scenario, il rivestimento sintetico assume un ruolo assai vicino alle funzioni svolte da quello naturale. In più, riscontriamo un’idea ci comfort del tutto inusuale rispetto alla tradizione…

Dall’altro, è il prodotto a essere avvolto dal rivestimento sintetico, specialmente nel campo delle sedute. Poltrone, sedie, sedili delle automobili si “difendono” dal nostro corpo, portatore di usura e di vapore.

Ma esiste un terzo ambito, che riguarda la pura vocazione espressiva del materiale. Il tessuto tecnico è portatore di nuovi valori estetici, di una “bellezza” realmente alternativa ai rassicuranti tessuti tradizionali. Ad esempio, la spalmatura di silicone sul cotone, per chi fa e usa il fashion di ricerca.

In tutti e tre gli ambiti si apre la dimensione della polisensorialità. La relazione con l’utente non è solo visiva, ma soprattutto tattile, comprendendo perfino nuovi modi della regolazione termica.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
TEX-PERIENCE Architetto.info