The Sit: il design secondo Karen Ryan | Architetto.info

The Sit: il design secondo Karen Ryan

wpid-4604_lrsit.jpg
image_pdf

Due sedie, la strada, i passanti e una serie di ritratti fatti con il cellulare. A prima vista il progetto della designer inglese Karen Ryan, presentato alla London Design Week, sembra avere poco a che fare con il design. Forse sembra più un progetto fotografico. Ma la realtà è diversa perché dietro quel progetto è nascosto il concetto stesso di design – secondo la Ryan.

“E’ una risposta alternativa. Ho preso due sedie una dal mio tavolo da pranzo e uno dalla mia camera da letto, entrambe sedie recuperate. Ho progettato il logo con la scritta ‘sit’ e lo ho impresso sulle superfici delle sedie. A causa del consumismo siamo abituati a concepire il design come oggetti del desiderio, oggetti di moda. Con questo progetto voglio cercare di cambiare invece questo modo di pensare, dando uno spunto per riflettere e discutere sulla vera funzione del design contemporaneo.” ha dichiarato Karen Ryan.
Un progetto che si capisce ancora più a fondo se si tiene presente il lavoro della designer, avvezza alla rielaborazione di vecchi oggetti, all’assemblaggio, al recupero. A linee e forme fragili, imperfette, naif, incompiute, ma piene di vita. 

A un design, insomma, che si concentra sull’essenziale e sulla funzionalità degli elementi.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
The Sit: il design secondo Karen Ryan Architetto.info