Un hotel? No, un vocabolario del design | Architetto.info

Un hotel? No, un vocabolario del design

wpid-4274_rec.jpg
image_pdf

È stato recentemente inaugurato il New Hotel ad Atene, progettato dai fratelli Humberto e Fernando Campana, designer brasiliani conosciuti per la creazione di opere d’arte a partire da materiali di scarto. Situato vicino a Syntagma, la zona più centrale di Atene, la nuova struttura reinterpreta il precedente Olympic Palace Hotel costruito nel 1958 dall’architetto Iasonas Rizos. Il processo di progettazione ha preso la forma grazie anche la coinvolgimento degli studenti di design e architettura dell’Università di Salonicco.

Utilizzando combinazioni inaspettate di oggetti, materiali e tessuti, i fratelli Campana hanno dato origine a un vero e proprio “vocabolario del design”, conferendo poesia e valore ad oggetti di uso quotidiano. Attraverso il restyling della vecchia struttura, i designer hanno unito il fascino dell’antica Atene a servizi moderni, mantenendo alcune delle caratteristiche originali del palazzo e alcuni pezzi di arredamento e aggiungendo al contempo sedie e lampade fatte a mano. Il risultato è un’armoniosa miscela di arte, scultura e design.

Tre le tipologie di camere presenti nell’albergo, che riflettono al meglio la cultura ateniese: Karagiozis, che significa “occhio scuro”, è decorata con figure di karagoiozis, un burattino tipico del teatro folkloristico greco. La seconda tipologia di camera richiama il malocchio con i suoi simbolici occhi scuri appesi alle pareti che, secondo la superstizione, proteggono dai cattivi presagi. Infine, nella terza stanza gli ospiti sono “abbracciati” da cartoline storiche che permettono di ammirare suggestive panoramiche della vecchia Atene.

Per quanto riguarda gli arredi interni, in alcuni casi sono stati riadattati quelli esistenti, come nel caso delle sedie Thonet “reinventate” grazie a un’imbottitura aggiuntiva. Numerosi i materiali insoliti utilizzati, come nel caso dei lavandini in poliestere dorato e ottone massiccio o il pavimento in solido bambù.

Nella reception le pareti incorporano frammenti, memorie e ricordi dell’ex albergo, come parti di porte e arredi che si trasformano ora in elementi decorativi del New Hotel. È la summa dello stile dei fratelli Campana: riuso e reinterpretare dei materiali e della cultura locale.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un hotel? No, un vocabolario del design Architetto.info