Un moderno centro di ricerche farmaceutiche ospitato da una casa medievale spagnola | Architetto.info

Un moderno centro di ricerche farmaceutiche ospitato da una casa medievale spagnola

wpid-4578_spanishhouse.jpg
image_pdf

La casa in pietra e gesso risale al 1500, furono innumerovoli le aggiunte e modifiche, prima che fosse definitivamente abbandonata. Quando gli architetti di two.bo decisero di mettersi all’opera, l’intero edificio era in rovina. Oggi è una struttura di ricerca farmaceutica, fusione sottile ed suggestiva di architettura antica e design contemporaneo. In ogni angolo dell’edificio arriva luce naturale e l’interno come l’esterno possono essere vissuti entrambi, tutto nel rispetto della sensibilità della casa originaria.

Il restauro ha richiesto un intervento importante, anche di rimozione di parti irrecuperabili, ma il carattere originario della costruzione del 16° secolo è stato mantenuto. E’ stato rimosso, ad esempio, un fienile per creare un cortile interno. Dentro l’edificio, gli spazi sono stati aperti, tanto da creare un continuo flusso di luce, accentuato dai muri di vetro, che hanno eliminato ogni spazio scuro. Il lato occidentale è stato avvolto da una vetrata che modernizza l’estetica dell’opera e uniforma la facciata.

Vi è anche una torre, immancabile in ogni casa medievale spagnola, i cui piani originali sono stati rimossi per ampliare in altezza l’ambiente. Il gesso è stato rimosso dalle pareti, portando alla luce la pietra originale. Una piccola scala di acciaio porta ad un piano di vetro, base per la scala a chiocciola di legno della torre.

Il nucleo della casa originale, invece, emerge all’esterno dalle sezioni in pietra, dove è stato restaurato il gesso.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Un moderno centro di ricerche farmaceutiche ospitato da una casa medievale spagnola Architetto.info