Un nuovo moderno "asilo" per recuperare l'equilibrio mentale | Architetto.info

Un nuovo moderno “asilo” per recuperare l’equilibrio mentale

wpid-10813_zaragoza.jpg
image_pdf

Lo studio di architettura spagnolo g.bang ha da poco completato la nuova struttura dedicata ai giovani connessa, per mezzo di un tunnel sotterraneo, con il già esistente Centro Neuropsichiatrico di Nuestra Senora del Carmen a Saragozza.

La struttura appena ultimata colpisce per il suo color rosso e per i tetti spioventi irregolari, il cui profilo appare esattamente come un grafico che rappresenta l’attività cerebrale. Tutto l’esterno è coperto da zinco verniciato di un rosso energizzante e fiammante, che s’interrompe esclusivamente per le vetrate delle finestre.

L’idea era appunto quella di espandere il preesistente centro,
ma con una struttura che fosse indipendente e quest’indipendenza è evidente anche a livello estetico.
La struttura dispone di 10 camere singole e 8 doppie, complete di bagni. Le aree in comune, invece, sono due sale living e una sala da pranzo. Una reception, due uffici, una lavanderia e un magazzino completano l’edificio.
 
Il piano terra è rettangolare e misura 15,5 m x 65 m
. La facciata riflette la linearità degli interni. In direzione nord, un giardino si offre ai pazienti, che vi possono passare il tempo in estate, vigilati dal personale del Centro. Il soffitto è perlopiù “a zigzag” irregolare e rappresenta così l’attività mentale in relazione alla stanza: le aree destinate al riposo hanno un picco basso (60%), mentre le aree in comune, corrispondenti alla massima attività, raggiungono picchi del 240%. Gli spazi destinati ai trattamenti e occupati dallo staff medico, invece hanno soffitti piani.

Un aspetto importante che emerge da questa struttura nuova di zecca è che, se in passato centri del genere, chiamati “asili”, erano destinati ad essere nascosti dalla società, il nuovo centro di Saragozza, invece, si mostra in tutta la sua evidenza. Il che implica la prospettiva del  reintegro del paziente nella società al più presto possibile e la caduta di certi pregiudizi vetusti e anacronistici. 

C.C.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un nuovo moderno “asilo” per recuperare l’equilibrio mentale Architetto.info