Un "recinto rurale" per Expo 2015 | Architetto.info

Un “recinto rurale” per Expo 2015

wpid-12415_aa.jpg
image_pdf

Recinto Rurale dell’architetto Fiscaletti si è aggiudicato il primo posto alla terza edizione del concorso InstantHouse, promosso da FederlegnoArredo in collaborazione con il Politecnico di Milano, che chiedeva ai partecipanti di progettare una piccola struttura con valenza di servizio da utilizzare sui percorsi di Expo 2015, lungo il sistema delle Vie d’Acqua prospettate dal progetto per l’esposizione milanese.

La proposta di Fiscaletti, laureato in Architettura all’Università di Bologna, sarà costruito in dimensioni reali da Moretti Interholz, in occasione di MadeExpo, la manifestazione che si svolgerà in fiera Milano-Rho dal 17 al 20 ottobre 2012.

Premiato come risposta più funzionale alla richiesta di una piccola struttura idonea a mettere in comunicazione gli spazi dell’abitare intorno ai parchi, Recinto Rurale vuole essere un elemento di completamento o integrazione agli interventi di housing sociale già esistenti o di futura realizzazione che si inseriscono nella condizione temporanea e ‘liquida’ dello scenario urbano contemporaneo. Il progetto si propone come una nuova piazza dei quartieri circostanti, ma allo stesso tempo anche della città, per poter accogliere e far incontrare le persone.

Recinto Rurale è stato scelto per l’attenzione e la chiarezza con cui sono espresse le proprietà dello spazio pubblico dell’edificio. In particolare, il ruolo del vuoto ‘tridimensionale’ come spazio aperto interno può essere inteso come una ‘piazza introversa’ che diviene il luogo attrattivo che sostiene, anche per la sua scala, tutta la composizione.

O.O.

 

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un “recinto rurale” per Expo 2015 Architetto.info