Una copertura 'a scaglie' per ristrutturare la palazzina storica | Architetto.info

Una copertura ‘a scaglie’ per ristrutturare la palazzina storica

wpid-22242_silandro.jpg
image_pdf

Da Silandro (Bz), cittadina nel cuore della Val Venosta, arriva un efficace esempio di intervento di ampliamento e ristrutturazione per un edificio storico esistente, costruito in tipico stile altoatesino. La particolarità dell’intervento è nella singolare modalità di rialzamento di due piani, realizzata tramite l’uso di una articolata copertura adattata, che risulta visibile dall’esterno, in linea con lo stile del palazzo. I due piani aggiuntivi sono stati plasmati e adattati alla facciata storica esistente riprendendone le forme, gli andamenti e le geometrie.

A curare il progetto l’arch. Stephan Marx, che ha concepito una struttura che sfrutta e accoglie le forme del tetto dell’edificio per dare vita a nuovi ambienti molto discreti nel dar mostra di sé. Le superfici esterne dei due nuovi piani, tutte rigorosamente inclinate per richiamare la forma del tetto, sono state interamente rivestite con speciali ‘scaglie’ di colore patina grigio liscio, un materiale adottato per rifinire anche i davanzali interni delle finestre.

Il nuovo spazio abitativo è stato creato dal secondo piano e dal sottotetto, lavorando a partire dai volumi della precedente copertura senza andare ad intaccare in alcun modo la struttura delle facciate del palazzo che sono state preservate nella forma originale. Grande luminosità ai nuovi ambienti e un tocco di personalità è dato dalle grandi aperture e vetrate che sono intagliate nella superficie delle pareti inclinate, creando spunti geometrici che donano al contempo leggerezza e modernità all’insieme senza alterare gli equilibri estetici delle forme classiche della parte sottostante.

La soluzione tecnica adottata per la copertura

I nuovi piani che appaiono dall’esterno come un tetto mansardato sono stati rivestiti con Scaglie Prefa, in tonalità scura proprio per riprendere e mantenere l’aspetto tipico delle coperture tradizionali. Inizialmente il progetto prevedeva l’impiego dello zinco per il rivestimento; in un secondo momento, tuttavia, la scelta è ricaduta sull’alluminio Prefa per una maggiore convenienza economica a parità di risultati cromatici con prestazioni qualitativamente ineccepibili.

Questo prodotto ha fornito al progetto un duplice vantaggio: da un lato la possibilità di creare un rivestimento leggero senza gravare sulle strutture esistenti, dall’altro l’attenzione all’ambiente, garantito dalla natura ‘ecologica’ del materiale. L’alluminio delle scaglie, infatti, è riciclato al 90% ed è completamente riciclabile. A ciò si aggiunge l’elevata resistenza all’acqua, all’aria, alla corrosione e agli agenti atmosferici, con bassissimi costi di manutenzione dovuti proprio alla lunga durata del metallo nel tempo. La posa è stata realizzata dalla ditta di installazione qualificata Kind Gustav GmbH di Naturno (Bz).

Copyright © - Riproduzione riservata
Una copertura ‘a scaglie’ per ristrutturare la palazzina storica Architetto.info