Un'identità cosmopolita | Architetto.info

Un'identità cosmopolita

wpid-30_.jpg
image_pdf

Madre francese, padre americano, olandese di adozione… senza contare le numerose esperienze di studio (fra questi la celebre accademia di Eindhoven) e di lavoro in tutto il globo. Il percorso di Alissia Melka-Teichroew è già ricchissimo di esperienze. E questa caleidoscopicità non poteva che affiorare dai lavori che ha sviluppato nell’arco di pochi anni, considerata la sua giovane età.

Ogni tema di progetto viene considerato un mondo a sé stante. Gioielli, attaccapanni, piatti, accessori elettrici sono oggetto di scariche inventive del tutto originali. Le cifre che unificano la sua collezione sono sostanzialmente due. Da un lato, la grande freschezza delle idee. Dall’altro, il fatto che Alissia si rende anche imprenditrice. Cioè si autoproduce. Il suo confronto con il mondo delle aziende sta solo nella produzione “per conto terzi”, visto che la designer commercializza autonomamente gli oggetti attraverso il proprio sito web.

Le creazioni di Alissia, sul piano produttivo, si basano su delle concezioni molto avanzate, ma lei rifiuta ogni pluralismo e ogni frammentazione di identità. Forse questo suo nomadismo di concetti e di idee, alla fine, trova una vera riunificazione.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un'identità cosmopolita Architetto.info