A Napoli 155 milioni per il risanamento dell'area portuale | Architetto.info

A Napoli 155 milioni per il risanamento dell’area portuale

wpid-18945_napoliest.jpg
image_pdf

La Commissione europea ha approvato un investimento di oltre 155 milioni di euro dal Fondo europeo di sviluppo regionale per risanare una delle aree più svantaggiate di Napoli. Il progetto comprende l’ammodernamento della rete stradale esistente, il miglioramento dell’accessibilità alle infrastrutture e il risanamento di spazi pubblici. L’investimento servirà inoltre a creare oltre 500 posti di lavoro e offrirà nuove opportunità ai 3 milioni e mezzo di residenti dell’area metropolitana di Napoli e alle imprese che operano in questa zona, contribuendo allo sviluppo economico della Campania.

L’investimento rientra nel quadro del programma operativo Campania cofinanziato dall’Ue, alla voce prioritaria “Sviluppo urbano”. L’Unione europea, tramite il Fondo europeo di sviluppo regionale, finanzierà circa 155 milioni di euro su un totale di 206 milioni. Si prevede che le componenti principali del progetto saranno operative entro la fine del 2015.

Il progetto è dedicato all’area portuale “Napoli est” e interessa una superficie di 29 ettari. Sono previsti i seguenti interventi di sviluppo urbano e rinnovamento ambientale delle vie “Ferraris” e “Brecce a Sant’Erasmo”; di via “Imparato”; di via “Brin” e di via “Gianturco”; delle vie “Nuova”, “Delle Brecce” e “Di Tocco”; dell’asse costiero e rinnovamento del sistema fognario San Giovanni-Volla e un intervento fisico e tecnologico per migliorare il livello di sicurezza.

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
A Napoli 155 milioni per il risanamento dell’area portuale Architetto.info