Concorso periferie: ecco chi ha vinto | Architetto.info

Concorso periferie: ecco chi ha vinto

Da Corato (Bari) a Verona, da Marsala a Sassari, ecco i progetti vincitori del bando sulle periferie indetto dal Mibact e dal Cnappc

Dettaglio del progetto vincitore per Sassari (capogruppo Paolo Marras)
Dettaglio del progetto vincitore per Sassari (capogruppo Paolo Marras)
image_pdf

La scorsa settimana la Biennale di Architettura di Venezia, nel Padiglione italiano curato da Tamassociati, ha ospitato la ormai tradizionale “Festa dell’architetto 2016”, l’evento durante il quale vengono annunciati i vincitori dei premi agli architetti dell’anno (leggi di più qui).

Insieme ai premi tradizionali, la Festa dell’architetto ha visto anche l’annuncio dei vincitori di uno dei concorsi più importanti dell’anno, quello indetto dalla Direzione Generale Periferie Urbane del Mibact e dal Cnappc per la riqualificazione di aree urbane periferiche. Presentato a settembre e ospitato dalla piattaforma dell’Ordine architetti di Milano “Concorrimi”, il bando è una delle iniziative con cui il Consiglio nazionale intende mostrare “la possibilità di svolgere concorsi in tempi brevi grazie anche all’utilizzo delle procedure telematiche, garanzia anche di trasparenza e terzietà”, come ha commentato Giuseppe Cappochin, presidente Cnappc. Aggiungendo che il contenuto del concorso “corrisponde all’idea di una architettura che si sta riappropriando sempre più della sua funzione civile, confermando come gli architetti italiani siano indispensabili per migliorare le periferie, incidendo, di fatto, sulla marginalità sociale, per risolvere i problemi della condizione del patrimonio edilizio del Paese ed in grado, con la loro professionalità, di innovare i modelli e le tecniche dell’abitare, promuovendo una nuova consapevolezza verso la sostenibilità ecologica ed economica”.

La prima fase dell’iniziativa ha visto la selezione delle aree, avvenuta attraverso un bando di manifestazione d’interesse aperto a tutti i Comuni d’Italia, che hanno risposto positivamente partecipando in 140 (58 dal Sud e Isole, 35 dal Centro e 47 dal Nord).
Tra i 220 partecipanti, la Giuria ha individuato i vincitori attraverso l’attribuzione del punteggio (con un massimo di 100 punti) conseguente all’analisi di elementi considerati prioritari, che riguardavano in particolare gli aspetti compositivi e formali della proposta, intesi come qualità, innovazione e rapporto con il contesto urbano- le sue caratteristiche funzionali, quali la capacità di riuso o rifunzionalizzazione e le prestazioni dei servizi, le specificità tecnologiche legate alla sostenibilità sociale, economica ed ambientale e la sicurezza, e in ultimo, la capacità di valorizzare l’area, ovvero gli effetti virtuosi previsti su scala urbana.

Per ciascuna delle aree è stato nominato un solo vincitore, per il quale La Direzione Generale ha reso disponibile l’assegnazione di un contributo di 10.000 euro; i progetti saranno donati ai Comuni, i cui Sindaci hanno assunto in sede di selezione, l’impegno di affidare ai vincitori gli approfondimenti progettuali, affinché possano procedere allo sviluppo e la realizzazione degli interventi.

Clicca sulla gallery per scoprire i vincitori

Copyright © - Riproduzione riservata
Concorso periferie: ecco chi ha vinto Architetto.info