Post Expo, pubblicato il bando per il Parco della Scienza | Architetto.info

Post Expo, pubblicato il bando per il Parco della Scienza

Con la pubblicazione del bando si compie un passo importante del dopo Expo 2015 di Milano. Il termine di presentazione delle domande è il 28 febbraio 2017 per un’area di 1 milione di metri quadri

fonte: Expo 2015
fonte: Expo 2015
image_pdf

Una gara internazionale e un contratto “misto” che assegni l’appalto per disegnare il masterplan del post Expo. Arexpo S.p.A., la società che ha il compito di valorizzare e sviluppare l’intero sito trasformando l’area per dar vita ad un parco scientifico e tecnologico di eccellenza a livello internazionale, ha indetto una procedura ristretta, ai sensi dell’art. 61 del D.lgs. n. 50/2016, per l’affidamento dell’ideazione, dello sviluppo e della gestione di un progetto di “Rigenerazione Urbana” dell’Area ex Expo Milano 2015.

Nella procedura, Arexpo S.p.A. intende selezionare un operatore economico con il quale stipulare un contratto misto di appalto e concessione suddiviso in due fasi:

  • Fase 1): un appalto di servizi avente ad oggetto le attività di advisory tecnica, economica e finanziaria, a supporto di Arexpo S.p.A. per l’ideazione ed elaborazione del Masterplan relativamente alla “Rigenerazione Urbana” dell’intera Area ex Expo Milano 2015 (circa 1.000.000 mq), nonché per l’ideazione ed elaborazione del Piano economico e finanziario (Business Plan) dello sviluppo complessivo dell’intera Area ex Expo Milano 2015;
  • Fase 2): una concessione per la gestione degli spazi con costituzione di un diritto di superficie, per una durata massima di 50 anni, avente ad oggetto l’Area ex Expo Milano 2015, per la parte non riservata ad Arexpo S.p.A., per una estensione tale da attribuire una SLP (Superficie Lorda di Pavimento) di 250.000 mq; ad esito dell’affidamento, Arexpo S.p.A. si riserva di estendere tale SLP sino ad un massimo di 480.000 mq.

La gara sarà aggiudicata a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 95 del D.lgs. n. 50/2016. Il termine di presentazione delle domande di partecipazione è il 28 febbraio 2017, entro le ore 12.00.
Il “Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione” comprenderà le sedi dello Human Technopole e il Campus delle facoltà scientifiche dell’Università degli Studi di Milano, che costituiranno importanti elementi di attrazione per le numerose imprese nazionali e internazionali che hanno già manifestato il loro interesse ad insediarsi in questa area. Il progetto manterrà la superficie a parco di 440 mila metri quadri.

La gara è rivolta ad operatori, nazionali ed internazionali, presumibilmente in forma aggregata, con esperienze pregresse nella realizzazione di progetti analoghi e, comunque, caratterizzati da alti livelli di complessità, innovazione e qualità urbanistica e architettonica.
La procedura della gara prevede che, dopo la presentazione delle richieste di invito, siano ammessi, in trenta giorni, gli operatori in possesso dei requisiti richiesti, i quali avranno ulteriori 90 giorni per la presentazione della loro proposta progettuale ed economica. Questo percorso dovrebbe esaurirsi entro l’estate 2017, mentre la selezione finale e la stipula del contratto con l’operatore del affiancherà Arexpo nel progetto del Parco della Scienza avverrà entro la fine dell’anno.

“Il nostro obiettivo – afferma Giovanni Azzone, presidente di Arexpo – è realizzare nell’ex area Expo un progetto che non ha uguali in Italia e che si potrà confrontare con gli esempi più virtuosi di trasformazione urbana a livello internazionale. Abbiamo scelto di puntare per questo luogo sui grandi temi del futuro: la ricerca pubblica e privata nel campo della salute, del benessere, della cura alle persone e di unire questo progetto ad un grande polo universitario”.

“In pochi mesi di attività la nuova Arexpo ha posto le basi per la realizzazione di un grande Parco del Sapere e dell’Innovazione – spiega Giuseppe Bonomi, amministratore delegato di Arexpo -. In accordo con tutti gli azionisti sono state approvate le Linee Guida della società e preparato la gara internazionale per la definizione del Masterplan e per lo sviluppo successivo. Si tratta di un passaggio importante che viene attuato utilizzando un modello assolutamente innovativo che ci consentirà di operare al meglio per realizzare un obiettivo ambizioso che ha una grande valenza”.

Leggi anche: Le foreste urbane di Expo 2015: il nostro reportage

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Post Expo, pubblicato il bando per il Parco della Scienza Architetto.info