Regolamento edilizio tipo, c'è l'intesa su definizioni standard | Architetto.info

Regolamento edilizio tipo, c’è l’intesa su definizioni standard

La Conferenza Unificata approva lo schema di decreto sul regolamento edilizio tipo. Ci vorrà un anno per uniformare le norme di Regioni e Comuni

image_pdf

Venerdì 7 ottobre 2016 a Roma si tiene la 4a “Giornata Nazionale dell’ingegneria della sicurezza”, organizzata dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e Confindustria. Il punto di partenza, quest’anno, è la necessità di una semplificazione normativa, unitamente alla forte domanda di sicurezza e prevenzione, come inizio di un percorso che produce per professionisti e imprenditori la base su cui implementare nuovi e più efficaci approcci basati su criteri prestazionali e di qualità.

La Giornata Nazionale dell’ingegneria della sicurezza 2016 avrà per tema la normativa di sicurezza tra diritto e tecnica. L’evento, organizzato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e da Confindustria, è diventato ormai un consolidato appuntamento che offre numerosi momenti di confronto. Nel corso della mattinata verrà approfondito il tema della sicurezza analizzando, alla luce dell’introduzione delle normative e alla presentazione di studi e metodologie finalizzate ad offrire agli addetti ai lavori nuovi spunti per l’efficace e puntuale gestione degli adempimenti di sicurezza, il concetto di “colpa” in tutte le sue declinazioni: imprudenza, imperizia, inosservanza di leggi, regolamenti, ordini o discipline.

I lavori saranno preceduti dai saluti di Armando Zambrano (Presidente del CNI), Maurizio Stirpe (Vicepresidente di Confindustria), Massimo De Felice (Presidente INAIL) e Gioacchino Giomi (Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco). A seguire Gaetano Fede (Consigliere del CNI e responsabile dell’Area Sicurezza) modererà gli interventi dei seguenti relatori: Fabio Pontrandolfi (Confindustria), Franco Baretich (Ordine Ingegneri di Milano), Antonio Leonardi (Coordinatore Tecnico delle Regioni e componente del Gruppo di Lavoro Sicurezza del CNI), Antonio Maconti (Direttore Affari Legislativi Confindustria), Rocco Luigi Sassone (Componente del Gruppo di Lavoro Sicurezza del CNI), Giuseppe Lucibello (Direttore Generale INAIL), Giuseppe Lasco (Terna) e Francesco Paolo Sisto (Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati).

Nel pomeriggio si terrà la tavola rotonda “La Cultura della Prevenzione tra Gestione della Sicurezza, Organizzazione, Comportamenti Sicuri e Sfere di Competenza” coordinata dalla giornalista Maria Concetta Mattei. Parteciperanno rappresentanti di professionisti, imprenditori, istituzioni, associazioni e aziende che si confronteranno sulle complesse e trasversali questioni afferenti la prevenzione, con particolare riferimento alla differenza tra principio di prevenzione e precauzione e gli obblighi di valutazione e gestione del rischio per eventi naturali, con lo scopo di proporre soluzioni mirate ed efficaci anche in rapporto all’applicazione della normativa di sicurezza nell’UE. E’ prevista la partecipazione di Fabio Pontrandolfi, Francesco Paolo Sisto, Stefano Bergagnin (Componente del Gruppo di Lavoro Sicurezza del CNI), Giuliano Tagliavento (Conferenza delle Regioni), Ester Rotoli (INAIL), Romolo De Camillis (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) e Antonio Giangregorio (Organizzazione Internazionale del Lavoro).

La partecipazione all’evento darà diritto a 3 CFP per i lavori della mattina e 3CFP per quelli del pomeriggio.

Leggi anche: Il Manuale Sicurezza sul lavoro 2016 si è evoluto: l’ing. Andrea Rotella spiega perché

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Regolamento edilizio tipo, c’è l’intesa su definizioni standard Architetto.info