Spazio pubblico, verso un vademecum mondiale | Architetto.info

Spazio pubblico, verso un vademecum mondiale

wpid-21139_ToParcoDora.jpg
image_pdf

Trenta esperti internazionali si sono riuniti a Roma per una due giorni incentrata sulla riflessione su politiche e migliori pratiche da attuare per la realizzazione e la gestione degli spazi pubblici delle città di tutto il mondo. L’incontro, organizzato da Un-Habitat, l’agenzia Onu per gli insediamenti umani, e dall’Istituto nazionale di urbanistica, ha raccolto il contributo di esperti, professionisti, amministratori, ricercatori alla redazione di un “global toolkit on public space”, un vero e proprio manuale che raccolga principi, strumenti operativi e casi studio.

Il vademecum sarà messo a disposizione degli amministratori delle città e dei governi di tutto il mondo per appoggiarli e indirizzarli sulla strada migliore per creare e gestire spazi pubblici di qualità nelle città di tutto il pianeta. Obiettivo specifico sarà di fornire una guida di riferimento per le città dei paesi in via di sviluppo, dove si riscontra oggi il più elevato ritmo di crescita della popolazione urbana e dove i governi e le amministrazioni locali hanno risorse più scarse e molte volte insufficienti per far fronte alle sfide e le opportunità dello sviluppo urbano.

Con la redazione del “global toolkit on public space” continua la collaborazione tra Inu e Un-Habitat, avviato nel 2012 in occasione della sesta edizione del World Urban Forum organizzato a Napoli, e poi formalmente siglato lo scorso maggio nel corso della seconda edizione della Biennale dello Spazio Pubblico che si è svolta nella Capitale. In quest’ultima occasione è stata adottata la “Carta dello spazio pubblico“, che costituisce il documento di riferimento per la redazione del global toolkit. Il prossimo appuntamento è al settimo World Urban Forum che si terrà a Medellin, in Colombia, dal 5 all’11 aprile 2014.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Spazio pubblico, verso un vademecum mondiale Architetto.info